Migrante confessa: ‘In Italia per farmi mantenere’ – VIDEO

Condividi!

Loro sono onesti. Sono i sinistardi che inventano improbabili fughe da guerre che non esistono.

Non vengono qui per fuggire dalla guerra, anche perché non ce ne sono in Nigeria o Pakistan, vengono qui, come tutte le truppe di invasione, per le donne o per farsi mantenere. Non differiscono in nulla dalle truppe coloniali francesi che ‘liberarono’ l’Italia.

Come questo profugo che, intervistato tempo fa a Cagliari, dove viveva da anni e, dove aveva vissuto a spese dei contribuenti in un hotel per cosiddetti profughi, spiega candidamente che è in Italia per farsi mantenere. E riprodursi: a spese nostre.

VERIFICA LA NOTIZIA

John, 29 anni, arriva dalla Nigeria in fuga “dal lavoro che non c’è e dalla corruzione. Qui qualche persona mi aiuta, ma la vita è molto difficile, non ho un’occupazione”, raccontva il ventinovenne, che spesso si rivolge al Centro di ascolto parrocchiale della chiesa di piazza Giovanni XXIII.

La mia compagna è incinta, voglio sposarmi perché così il Governo può darmi un lavoro e anche un’assistenza familiare. Cagliari è ok, ma il grosso problema è che non c’è lavoro”, osserva John. Ma voglio “vivere qui per sempre”. Con i nostri soldi.

Ma quanto siamo scemi. Ci correggiamo: quelli che votano certi partiti.

Ecco un’altra storia tra il demenziale e la presa per il culo:

https://www.facebook.com/Tusciaweb/posts/2408817722475922?__xts__%5B0%5D=68.ARAgUwjuMfsgZbuTMxokWWc16dKtwRloRju7u6cuZjrDxnG1tZYwZU4cPfCWIBcWke6NqGcU4r2HjR3a0F4KIrNavz6noPr1sXeKw4kbNaZ3bFuQC0q0dn4XJBldXPOZkx46mocpaX6MkqqQ6lsvgJSDK9TBs_0L8P8E4Bah5l8ISOsH209dU3jAAwF569cfc31gJzu2Qd00oa3-1DfDLvJS1FuQkW8aNS_BzoUvNUdm2NZwtqmv9uJjsoRTXuzS5I1NBPxUfgaSwx2z01JtpV0y12YAGrmvPPzCq0N7MFmm7hWL_yhMR7WAk1nvW5np_PMLwReyGq5Y59wI1W7E5RBbJw&__tn__=-R

I famosi ‘lager’ libici dove lui è andato a pagamento.




2 pensieri su “Migrante confessa: ‘In Italia per farmi mantenere’ – VIDEO”

  1. 1) é qui da anni e non solo non spiccica una parola di italiano, ma non sa neanche pronunciare il nome della città dove si trova;
    2) vive di elemosina;
    3) la “compagna” é incinta, il che ne fa una coppia intelligente, responsabile e lungimirante;
    4) parla male pure l’inglese,, una delle lingue ufficiali dal posto da dove asserisce di venire;
    5) non é un profugo;
    6) vuole di benefits dal governo, senza nemmeno capire che i benefits sono soldi nostri, non “del governo”;
    7) si lamenta della mancanza di lavoro, ma non dice cosa saprà fare, questo soggetto orecchinato;
    8) le persone senza QI normale non dovrebbero riprodursi e chi l’ha fatto entrare dovrebbe spiegare quale é l’utilità per lui è per la Sardegna.
    9) tutti i soggetti come costui devono essere rinviati a casa loro, in quanto truffatori.
    Non é un profugo, é un truffatorem finto naufrago, finto dichiarato profugo.
    Al pari di un falso invalido.
    Disdicevole criminale.

Lascia un commento