Migranti a caccia di ragazze italiane da stuprare mentre tornano a casa: altra violenza a Milano

Condividi!

Ancora un’aggressione a sfondo sessuale nell’hinterland di Milano. Ancora protagonista un immigrato.

VERIFICA LA NOTIZIA

Un giovane egiziano, di 28 anni, regolare in Italia, è stato arrestato questa notte dai carabinieri di Sesto San Giovanni con l’accusa di violenza sessuale. I militari, nei pressi del sottopasso della stazione del metrò di Sesto Rondò, hanno fermato l’africano che poco prima dell’arrivo dei militari aveva aggredito una ragazza di 19 anni, che stava tornando a casa, a Milano.

L’immigrato aveva bloccato la vittima designata contro il muro del sottopasso: poco prima, la ragazza, alla vista del giovane immigrato, aveva fatto cadere il proprio portafoglio sperando che questo evitasse l’aggressione. Ma le intenzioni erano altre. Voleva stuprarla.

Così, l’aggressore ha raggiunto la ragazza ed è riuscito a fermarla, tentando di violentarla e riuscendo a palpeggiarla in varie parti del corpo, venendo interrotto solo dall’arrivo dei carabinieri. L’egiziano è stato arrestato e si trova in carcere a Monza, a disposizione della Procura per la richiesta di convalida dell’arresto. La vittima, non ha riportato ferite, almeno non sul corpo.

Solo pochi giorni fa una ragazza della stessa età era stata aggredita a Cinisello Balsamo dopo essere scesa da un autobus. La violenza in quel caso era stata sventata dall’intervento di una vicina che aveva gridato all’aggressore dalla finestra di un condominio e dall’intervento di due passanti. Anche in quel caso lo stupratore era egiziano.

Perché li facciamo entrare?




6 pensieri su “Migranti a caccia di ragazze italiane da stuprare mentre tornano a casa: altra violenza a Milano”

  1. Le varie aggressioni degli islamici, sono perpetrate non solo a scopo di libidine, ma soprattutto di oltraggio! Fa parte del loro intento ideologico. Offendere, denigrare e mortificare; dettami relativi la loro religione satanica.

Lascia un commento