L’ultimo italiano in lacrime: “Era il nostro quartiere, ora è degli immigrati” – VIDEO

Condividi!

Un ex fabbrica completamente occupata da romeni, marocchini e subsahariani. Covo di degrado e spaccio. L’ultimo torinese rimasto, in lacrime: “era una borgata bellissima eravamo tranquilli ora nn puoi farlo senza un arma addosso”.

Un tempo ridente cittadina simbolo dell industrializzazione ora ghetto afroislamico. Quando importi il terzo mondo diventi terzo mondo altro che arricchitori culturali.
Le case acquistate con tanti sacrifici non valgono più nulla. Stiamo regalando il nostro Paese agli invasori.




5 pensieri su “L’ultimo italiano in lacrime: “Era il nostro quartiere, ora è degli immigrati” – VIDEO”

  1. poveretto mi dispiace
    se la dovrebbe prendere con Salvini quando ha fatto pretestuosamente cadere il governo nel 2019.

    sono andato sulla facebook di Zaia
    e c’era il seguente post (lo copio ed incollo):

    “Non arriva dai nostri ospedali questa iniziativa, ma è un gesto così pieno di attenzione da meritare di essere condiviso.
    Due guanti di lattice pieni di acqua calda ad avvolgere la mano di un paziente Covid, per dargli conforto e simulare il contatto umano.
    Un gesto, piccolo e semplice, per accorciare le distanze e far sentire le persone che stanno combattendo contro il virus meno sole.”

    praticamente
    ad i leghisti in rianimazione,
    gli hanno messo delle borse di acqua calda intorno alle mani, per similare il contatto umano.

    Scusate ma qui stiamo scherzando???????
    Ma dove vogliono arrivare questi qui?

    Questi mi sebrano dei celebrolesi.
    Io non so piu se ridere o se piangere
    Adesso vediamo quante condivisioni e quanti like riceve

  2. Purtroppo il nord Italia ha avuto unaclasse politica ed imprenditoriale da forca.
    Si è voluto un folle sviluppo industriale vendendosi al peggior capitalismo.
    Per un certo senso invidio il sud, perché potrebbe tornare indietro più facilmente. Ancora laggiù esistono società normali(o monoetniche), ma anche la Lombardia, soprattutto le grandi città sono ridotte come quelle degli Stati Uniti.

  3. Hanno dato potere ai comunisti, hanno fatto gli akkoglioni, continuano a credere in uno stato che non esiste, pensano di essere in democrazia.Coglioni senza speranza, mi fanno schifo!E magari lacrimano sentendo l’inno di mameli…FOTTASI!!!

Lascia un commento