Ong, SeaWatch: a casa del portavoce noto trafficante di droga

Condividi!

IL noto trafficante fu una figura chiave nell’architettare lo scandalo che, alla vigilia delle elezioni, implicò il leader populista Strache consegnando il Paese al sorosiano Kurtz. Ora è stato trovato a casa di attivisti dell’ong teedesca.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nella foto, la finta nipote dell’oligarca russo (al centro) sul divano con Strache (a sinistra) nella villa di Ibiza: una traccia porta all’organizzazione Sea Watch (a destra).

Una svolta esplosiva a di Ibiza dopo l’arresto del detective in Germania: secondo le informazioni del giornale austriaco “Krone”, la figura chiave della trappola video si nascondeva nell’orbita di uno dei più famosi attivisti tedeschi dell’ong Sea-Watch. Lui stesso non vuole “dire niente” quando gli viene chiesto. Cosa sa l’organizzazione di aiuto ai clandestini – anche del possibile finanziatore – del più grande scandalo politico austriaco?

Chi è l’esca e chi (appartenente ai circoli di sinistra) era interessato alla caduta di Strache o chi presumibilmente avrebbe pagato 600.000 euro per lo scoppio dello scandalo politico – Julian H. potrebbe vuotare il sacco come testimone chiave in vista di una pena detentiva imminente di parecchi anni.




Un pensiero su “Ong, SeaWatch: a casa del portavoce noto trafficante di droga”

  1. Questi andrebbero come minimo arrestati a vita e poi buttare la chiave nelle fogne (dalle quali questi fasulli rivoluzionari proletaristi provengono): e buona gli andrebbe, dato che salverebbero comunque la loro lurida pelle.

Lascia un commento