IMMIGRATI MARCIANO IN PIENA ZONA ROSSA SCORTATI DAI CARABINIERI: AUTO BLOCCATE PER FARLI PASSARE – VIDEO

Condividi!

Sono partiti verso le ore 8,30 di questa mattina, dopo una abbondante colazione a spese vostre, dal centro di accoglienza di Camparada, in Brianza, per raggiungere la prefettura di Monza. Una marcia in piena zona rossa che ha visto protagonista una quarantina di clandestini: chiedono documenti per regolarizzare la loro posizione in Italia. Siamo all’assurdo.

Questi sbarcano in Italia come clandestini, adducendo poi inesistenti guerre come scusa per avere asilo, e nonostante siano ridicole menzogne vengono piazzati in hotel a spese dei contribuenti. Poi protestano.

Armati di bandiere e di striscioni hanno attraversato Arcore, Villasanta per poi fermarsi sotto le finestre del prefetto al grido di “Documenti, documenti!”.

Il corteo è stato scortato dai carabinieri con il supporto della polizia locale dei paesi attraversati. A loro niente manganellate nonostante abbiano bloccato il traffico di chi lavora per mantenere anche loro.

Alle ore 10:30 gli immigrati sono arrivati in via Prina sede della Prefettura. Il prefetto, Patrizia Palmisani, non ha escluso di accogliere una delegazione per capire meglio le ragioni della manifestazione ‘spontanea’, quindi neanche permessa.




11 pensieri su “IMMIGRATI MARCIANO IN PIENA ZONA ROSSA SCORTATI DAI CARABINIERI: AUTO BLOCCATE PER FARLI PASSARE – VIDEO”

  1. Se arrivo alla pensione emigro in Romania e vaffanculo al tricolore!Una bella casa isolata nei boschi, cittadinanza rumena e fottasi lo stivale bastardo!Se ci arrivo con un tir e un furgone dovrei fare tutto in un colpo solo, la al massimo dovrò preoccuparmi dei vampiri, meglio Nosferatu dei negri!
    Maledetto sud, se solo si potesse dividere il pianeta in 2 e spedirli tutti in un buco nero!!

Lascia un commento