Forte aumento dei morti: 627 deceduti in 24 ore

Condividi!

I morti sono 627. Circa cento sarebbero morti durante le feste e registrati solo oggi.

Sono 13.708 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 7.767. Sono 339.939 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri i test erano stati 112.962, un terzo circa di quelli di oggi ma non è chiaro quanti siano i primi test, è molto probabile che dopo due giorni di festa ci siano molti ‘test di conferma’ che abbassano la percentuale.

Sono 3.683 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, in calo di 60 unità rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 276 (ieri 221). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 29.316 persone, in calo di 21 unità rispetto a ieri.

Quindi il calo dei ricoveri dipende solo dal forte aumento dei morti.

Si tratta comunque di un bollettino non interpretabile perché troppi dati sono condizionati dalle festività. L’unico dato che non risente di problemi statistici è quello dei nuovi ingressi in terapie intensive: molto alto.

E dilaga in Francia. Sono 5.729 le persone ricoverate nei reparti di terapia intensiva in Francia per complicanze legate al Covid, 673 solo nelle ultime 24 ore. Si tratta del numero più alto di pazienti ricoverati in terapia intensiva dall’inizio dell’anno, come ha riferito il ministero della Salute francese. Sono invece 3.131 i pazienti malati di Covid-19 che sono stati ricoverati in ospedale nelle ultime 24 ore. Viene invece aggiornato a 97.734 il numero dei morti in Francia dall’inizio della pandemia, 433 nell’ultima giornata.

Di settimana in settimana, il numero di pazienti con Covid-19 che hanno richiesto un ricovero in terapia intensiva è aumentato del 13,4%, la crescita più alta da novembre.




4 pensieri su “Forte aumento dei morti: 627 deceduti in 24 ore”

  1. Il rapporto tra positivi diviso i nuovi casi testati scende al 14,90% e’ un dato troppo basso per essere credibile: questa è la sequenza di questi giorni anche festivi, venerdì 21,06% sabato 20,67% domenica 21,37% lunedì 28,59% martedì 24,94% oggi 14,90%, troppo poco e con 92.018 tamponi terapeutici. Benissimo invece i morti e moribondi, entrambe le curve strappano all’insu’, considerando che vaccinano solo i vecchi ed i decrepiti e che continuano a morire sempre nelle stesse percentuali i vecchi ed i decrepiti mi sembra di capire che i vaccini non solo non bloccano l’epidemia, ma neanche salvano i bacucchi dall’abbraccio meritato della morte! Che bello il dato dei morti di oggi, che bel massacro, appena escono i dati sull’età dei morti di oggi vi ragguaglio. Bene anche le terapie intensive, tutto va bene perché Draghi e Mattarella falliscano.

  2. Quando chi dirama dati ha perso ogni credibilità (per reiterate menzogne o strumentalizzazioni precedenti), va persa anche la credibilità dei dati diramati. Non. Credo.-Più. A. Niente.

    Ottimo risultato, fenomeni! Avete trasformato una persona normale in un cinico dei più disincantati. Percorrere la strada a ritroso è semplicemente impossibile.

    ========================

    Citazione da anziano qual sono (nonostante le pretese dei governi di sinistra e di destra da almeno un paio di decenni a questa parte): “Perché XXX vuol dire fiducia, e la fiducia si dà alle cose serie”.

Lascia un commento