Covid: Ema conferma ‘nesso trombosi vaccino AstraZeneca’

Condividi!

Ci sono voluti giovani morti. Chi ha perso tempo è un assassino e come tale andrebbe processato. Come fidarsi più delle sedicenti autorità?

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo andiamo dicendo da settimane: AstraZeneca va vietato sotto i 70 anni. Almeno sotto 60 anni. In Francia e Germani è così da un mese. Un mese in cui in Italia sono morti giovani insegnanti e avvocati inoculati col vaccino dei poveri mentre Mattarella si beccava quello dei privilegiati.

Invita a vaccinarsi: in fin di vita dopo AstraZeneca

E questi scellerati facevano anche questo:

AstraZeneca: sospesi test su 300 bambini, trombosi

Ma in che mondo viviamo? Non sono scienziati, sono stregoni. Appena noto il possibile nesso, ormai da più di un mese, andava sospesa come precauzione la somministrazione sotto una certa età. Invece sono andati avanti: omicidio colposo. Anzi: premeditato.

AstraZeneca, diversi morti dopo governo italiano pronto a vietarlo per i giovani: “Meglio non usarlo”

Sempre i soloni dell’Ema, in una nota al termine della sua valutazione: “I benefici” del vaccino AstraZeneca “superano i rischi”. Dipende dall’età dei riceventi.

Il Covid-19 “è associato a un rischio di ospedalizzazione e morte. La combinazione segnalata di coaguli di sangue e piastrine basse è molto rara e i benefici complessivi del vaccino nella prevenzione di Covid-19 superano i rischi degli effetti collaterali”, afferma il Comitato di farmacovigilanza Prac dell’Ema

“Le rare trombosi dovrebbero essere elencate come effetti collaterali molto rari del vaccino Vaxzevria di AstraZeneca”, ha quindi stabilito il comitato per la sicurezza dell’Ema (Prac) nelle conclusioni della riunione che si è svolta oggi. “Nel giungere alla sua conclusione – si legge nella nota – il comitato ha preso in considerazione tutte le prove attualmente disponibili, compreso il parere di un gruppo di esperti”.

L’Ema ricorda agli operatori sanitari e alle persone “che ricevono il vaccino che devono essere consapevoli della possibilità che si verifichino, entro due settimane dalla vaccinazione, eventi rari trombotici associati a bassi livelli di piastrine nel sangue – prosegue la nota – Finora, la maggior parte dei casi segnalati si è verificata in donne con un’età inferiore a 60 anni ed entro 2 settimane dalla vaccinazione. Sulla base delle prove attualmente disponibili, i fattori di rischio specifici non sono stati confermati”. Secondo gli esperti di Ema “le persone che hanno ricevuto il vaccino devono chiedere immediatamente assistenza medica se sviluppano sintomi”.




5 pensieri su “Covid: Ema conferma ‘nesso trombosi vaccino AstraZeneca’”

  1. 10 medici ritardati che hanno capito quello che il maniscalco aveva capito gia’ 6 mesi fa, questi coglioni formano i luminari del CTS a 250.000 euro l’anno di stipendio, figli di puttana! loro e gli handicappati di politici che li nominano……

    1. anche il dott sileri si è beccato la supposta in culo nonostante sia andata da carmela de rossi a baciare il culo al dentrifrico az….. mettilo in culo a tua madre…e se ne avanza anche a tua moglie…sta zitto il solito coglione m5merde che crede di saperne piu’ degli altri , ma non si rende conto che è solo un altro solito coglione analfabeta che non sa un cazzo e che parla solo perchè una manica di morti di fame l’ha messo sul pulpito in cambio del reddito di freganza ( dei soldi delle tasse di chi lavora!), che sbaglia e non sa che cazzo dire per tirare a campare…… levati dai coglioni e va a dare una mano a dimaio……….BBBiBBIte…panini….MORTADDELLLAAAA……….Ali mortacciA vostrA

    1. Prego e spero che possa crollare il muro d’ipocrisia.
      È fuori dal mondo che soggetti apparentemente sanissimi e in giovane età siano trapassati dall’oggi al domani,tipo il poliziotto e l’insegnante e putacaso nella stessa regione.

Lascia un commento