Africani deridono carabinieri: “Non ci potete arrestare”, loro possono non rispettare le regole

Condividi!

Il dipartimento regionale toscano “Legalità sicurezza immigrazione” di Fratelli d’Italia interviene dopo l’increscioso fatto di cronaca verificatosi, i primi giorni di aprile, nei pressi della stazione ferroviaria di Grosseto, dove alcuni immigrati tunisini, risultati poi irregolari, erano assembrati e senza mascherina e ad un controllo effettuato dai Carabinieri hanno inveito in modo strafottente e derisorio nei confronti dei militari dell’Arma:

Grosseto, immigrati senza mascherina deridono i carabinieri e li sfidano

“Purtroppo certi comportamenti sono ormai all’ordine del giorno in molte zone della Toscana, ove immigrati che non avrebbero alcun diritto a dimorare sul territorio italiano, si sentono protetti da una illogica politica immigrazionista messa in atto dal governo Conte prima e dal governo Draghi adesso. Sta passando il concetto che in Italia detti comportamenti sono tollerati ed il giusto obbligo del rispetto delle regole vale solo per gli italiani e per gli immigrati regolari” dichiarano il responsabile regionale del Dipartimento di FdI Lorenzo Baruzzo, il vice Andrea Romiti, che ha la delega all’immigrazione, il responsabile provinciale Alessandro Gandolfi ed il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Fabrizio Rossi.

“Condanniamo il grave episodio, Fratelli d’Italia esprime solidarietà agli uomini dell’Arma vittime di tali atteggiamenti e vicinanza alle forze dell’ordine che, nonostante siano costrette a lavorare quotidianamente in condizioni di disagio, svolgono il loro lavoro al servizio dei cittadini con esemplare professionalità” fanno notare gli esponenti di FdI.




Un pensiero su “Africani deridono carabinieri: “Non ci potete arrestare”, loro possono non rispettare le regole”

Lascia un commento