Draghi insiste sul ‘passaporto vaccinale’: vogliono controllare i nostri movimenti, non quelli dei clandestini

Condividi!

Vertice Ue, Draghi: bene certificato verde digitale, eviti discriminazioni

Il premier Mario Draghi, durante il vertice europeo, ha pienamente condiviso la proposta della Commissione Ue di introdurre un certificato verde digitale, invitando anche ad approfondire alcuni possibili ostacoli all’esecuzione del progetto. Secondo quanto si apprende da fonti a Bruxelles, Draghi ha detto che gli Stati avranno bisogno di tutto l’aiuto che la Commissione può dare, perché avere piattaforme nazionali e renderle interoperabili non è un risultato banale. Draghi ha anche invitato i leader a riflettere su come affrontare i possibili rischi di discriminazione tra persone causati dall’introduzione del certificato.

Ora il ‘passaporto vaccinale’ lo chiamano ‘certificato verde digitale’ perché i gonzi lo trovino ganzo.

L’idea di dare libertà di movimento ai vaccinati e non agli altri è folle e scientificamente allucinante visto che un vaccinato è portato del virus come un non vaccinato. Quindi, qual è il reale motivo?




7 pensieri su “Draghi insiste sul ‘passaporto vaccinale’: vogliono controllare i nostri movimenti, non quelli dei clandestini”

  1. Crepa tu e i vaccinati, larve succubi dei mostri rossi!!!
    Il vaccinato é un appestato, avete le antenne spaziali rettali!!!!Si, avete i tralicci nel culo coglioni leccamedici, siete più scemi delle cavie peruviane!!!
    Butteremo i documenti come i clandestini, ficcatevelo in culo il passaporto!!!

Lascia un commento