Il migrante che ha stuprato puledra fino a farla morire

Condividi!

A proposito di risorse che ci portano un nuovo stile di vita, vi vogliamo ricordare quanto accadde alla povera Tafna, una bellissima cavalla.

Un immigrato africano l’ha stuprata. Anche con oggetti, fino alla morte. Un video lo ha ripreso durante le sevizie all’animale. Accadde a Messina.

Lo straniero era stato assunto come stalliere per occuparsi della cavalla. Ma non nel ‘senso’ che intendeva lui.

Tafna era incinta e gli abusi hanno determinato “il distacco della placenta, l’aborto e infine la morte” dell’animale.

L’immigrato venne accusato e condannato solo per maltrattamenti e ‘danneggiamento’.

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA

“Una vicenda di inaudita gravità ed efferata violenza, con epilogo mortale”, scrsse la Lav.

Ad inchiodare il colpevole furono le sequenze video di alcune telecamere interne che ripresero gli abusi sessuali.

Perché non crederete mica che si ‘limitino’ alle donne. Nessuno è salvo con loro. Hic sunt leones.




9 pensieri su “Il migrante che ha stuprato puledra fino a farla morire”

  1. 🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮E poi non c’erano disoccupati italiani da assumere al suo posto? O noi italiani siamo diventati tutti schizzinoso oppure quegli animali a due gambe, accettano di fare tutto a basso prezzo. Il “tutto” però deve avere un limite, ma a quanto pare per loro no.
    Abominevole.

  2. La zooerastia è un disturbo sessuale caratterizzato dall’eccitazione erotica o dalla fantasia di avere rapporti sessuali con animali, o dal praticare attività sessuali cogli stessi in modo non occasionale.

  3. Deviazioni inconcepibili!!!!Agghiacciante, non riesco nemmeno ad immaginare un simile orrore, chi soffre di questi disturbi andrebbe terminato, non sono curabili, nasci sbagliato e basta!!!

Lascia un commento