Africano riempie di botte volontario Croce Rossa che lo accudiva: poi attacca agenti

Condividi!

IL personale della Croce Rossa Italiana che gestisce un centro di accoglienza a Torino ha richiesto l’intervento dei vigili perché uno degli ospiti, africano, aveva aggredito i volontari presenti nella struttura riempiendone uno di botte.

VERIFICA LA NOTIZIA

Gli uomini del Reparto Operativo Speciale della Polizia Municipale avevano lasciato da poco l’edificio – dove ogni giorno effettuano un servizio di controllo degli ospiti in ingresso – quando hanno ricevuto la chiamata per recarsi nuovamente al Centro.

I tre agenti, giunti sul posto, hanno dovuto gestire l’energumeno africano completamente ubriaco che aveva aggredito e minacciato in maniera violenta un volontario della Croce rossa. L’immigrato ha anche tentato di colpire i tre agenti che sono riusciti a immobilizzarlo e lo hanno arrestato.

A causa dell’elevato numero di ospiti presenti e per cercare di rispettare i protocolli anti-covid, l’intervento è stato particolarmente complesso, ma alla fine l’aggressore è stato condotto nel carcere Lorusso Cutugno con l’accusa di resistenza, violenza, minaccia e rifiuto di fornire le proprie generalità.




4 pensieri su “Africano riempie di botte volontario Croce Rossa che lo accudiva: poi attacca agenti”

  1. Perché le forze di ps non fanno le retate nei giardinetti dove decine di negri spacciano?… si ricaricano sulle navi e li si riporta in africa? Se l africa non li rivuole si arena la nave e buona notte?

Lascia un commento