Quasi centomila morti: boom ricoveri ma loro continuano a sbarcare

Condividi!

Sono 307 le vittime in un giorno, secondo i dati del ministero della Salute, per un totale di 99.578, con 23.641 nuovi contagi su 355.024 tamponi.
Tasso di positività al 6,6%. Aumentano di 327 unità i ricoveri nei reparti ordinari, di 46 quelli in terapia intensiva.

Nonostante questo:

Ancora sbarchi: ogni 5 presunti espulsi ne sbarcano 13

Il modo in cui si è affrontata la pandemia ha distrutto il Paese: dati drammatici dall’Istat, nel 2020 in Italia un milione di persone in più in povertà assoluta. E troppi morti:

Istat certifica: 108.178 morti in più nel 2020, effetto Covid

In questo contesto tragico, impossibile non riportare l’accusa gravissima dei Servizi ai governi italiani che diffondono positivi sul territorio: “…rischi sanitari connessi alla possibile dispersione sul territorio nazionale di soggetti positivi al virus” . Lamorgese, dimettiti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Gli arrivi di migranti attraverso la frontiera terrestre, così come gli sbarchi dal Nordafrica o dalle sponde turco-elleniche, “restano, sul piano della sicurezza, le modalità d’ingresso più critiche, rispetto alle quali i rischi sanitari connessi alla possibile dispersione sul territorio nazionale di soggetti positivi al virus sono andati ad aggiungersi al pericolo di infiltrazioni terroristiche”. Lo evidenzia la Relazione annuale dell’Intelligence pubblicata oggi.

Insomma, importiamo terroristi e bombe epidemiche. Perché sarà anche un caso, ma ad ogni picco di sbarchi corrisponde anche l’inizio di una nuova ondata di contagio. In questo caso con un problema in più: le varianti.

E vogliamo parlare del casuale fatto che la provincia più colpita dal contagio in Lombardia, ancora una volta, è quella a più alta densità di immigrati?

Prosegue il costante aumento dei pazienti positivi Covid ricoverati agli Spedali civili di Brescia. Nella giornata di ieri erano 377 i posti letto occupati: ad oggi sono 401 i pazienti ricoverati, di cui 34 in terapia intensiva fa sapere la direzione del principale bresciano. In sostanza sono 24 nuovi ricoveri in 24 ore.

E che una delle regioni più colpite è quella con più immigrati in percentuale alla popolazione:

Record assoluto di nuovi contagi giornalieri in Emilia-Romagna da inizio pandemia, che schizzano oltre i tremila. Superato l’altro picco registrato finora che era di 2.822 il 15 novembre 2020, apice della cosiddetta seconda ondata di Covid-19. Il bollettino della Regione evidenzia che le nuove positività sono per la precisione 3.246 rilevate da 42.699 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. La maglia nera dei nuovi contagi va ancora a Bologna (753 più 114 del circondario imolese), seguita da Modena con 701 nuovi casi. Entrambe le province sono state dichiarate ‘zona rossa’ da ieri.




5 pensieri su “Quasi centomila morti: boom ricoveri ma loro continuano a sbarcare”

  1. Forse il 2 marzo la curva dei morti ha invertito il trend, fino ad allora debolmente discendente, e comincia a risalire la china, i margini di crescita sono enormi! La curva dei nuovi terapiati e’ invece in costante ascesa da settimane ormai e non desta preoccupazioni di sorta. Ottimo appare anche il rapporto tra positivi diviso nuovi casi testati, 19,66%, sono valori sempre devastanti ed in costante rialzo dal torpore epidemico. Se come dicono i soloni il picco dei contagi sarà intorno al 25 marzo allora io dico che per quella data i contagi giornalieri arriveranno a 50.000 financo 60.000 positivi con una coda di morti medi giornalieri intorno ai 1.500 minimo per le settimane a venire. Ricordiamo come le curve salgono ripide e poi scendono lentamente, lo stillicidio di morti giornalieri sarà straziante, già me lo vedo Mentana snocciolare quei ari contrito 🤣🤣🤣

    1. stai tranquillo
      adesso cominceranno a produrre effetti i vaccini
      comincia a goderti questi

      “Morto dopo il vaccino”. Medico posta il video dopo decesso di un collega
      Cornel Strüning, di nazionalità tedesca – era un medico odontoiatra dell’ospedale di Bressanone, e come operatore sanitario aveva da poco ricevuto le due dosi del vaccino contro il Covid.

      Una infermiera di 40 anni, Silvia Dellavalle, di Bra, provincia di Cuneo, è morta improvvisamente nei giorni scorsi. Aveva ricevuto il vaccino anti-Covid.

      Muore con la variante inglese. “Si è ammalato dopo la prima dose Pfizer. Il vaccino è sicuro”
      Il direttore generale dell’Asl: “Si è contagiato dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino”“

      Una infermiera di 40 anni, Silvia Dellavalle, di Bra, provincia di Cuneo, è morta improvvisamente nei giorni scorsi. Aveva ricevuto il vaccino anti-Covid.

      morta la maestra silvana prestandrea, aveva fatto il vaccino
      croce rossa lutto

      Chivassese sotto choc per la morte della giovane prof
      Sharon Sgariglia, 29 anni, insegnava nelle scuole medie di Casalborgone e Rondissone.

      Muore volontario della Croce rossa di Sapri: «Sempre pronto ad aiutare il prossimo» aveva fatto il vaccino
      Addio a Franco Guzzo

      Abbiategrasso, ha un malore in classe mentre fa lezione: professore muore in ospedale
      aveva fatto il vaccino

      Un malore alla fine della lezione. L’insegnante era molto popolare: “Era bravissima, molto amata dai suoi bimbi”
      aveva fatto il vaccino

      Foggia, poliziotto di Panni morto in questura per un infarto: addio ad Adelchi Rainone
      Polizia di Foggia sotto choc: agente stroncato da un infarto.
      aveva fatto vaccino

  2. Bill Gates l’aveva detto che con i vaccini si potevano eliminare il 10-15% della popolazione mondiale
    ed Astra Ze Neca e’ il migliore allo scopo
    in lingua latina, significa
    Astra Ze Neca => cioe uccidi le stelle

    Roma, infermiere muore nel sonno a 42 anni:
    “Aveva fatto il vaccino”
    Luigi Buttazzo, detto Gigi, era infermiere strumentista di sala operatoria presso il Policlinico Tor Vergata e direttore generale della squadra calcistica Villa Adriana

    La Croce rossa di Voghera è in lutto per la improvvisa prematura scomparsa di un suo componente. Questa mattina, a seguito di un malore, mentre si trovava all’interno della sua abitazione, pronto a fare colazione, è deceduto a soli 50 anni Massimiliano Michelon.
    “Aveva fatto il vaccino”
    12 02 ultima dose

    PAVIA. È morto Tiziano Sgaroni. Aveva 60 anni ed era infermiere nella Pneumologia riabilitativa dell’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico Maugeri
    “Aveva fatto il vaccino”

    Carmela Luvino
    Questo è un post di denuncia, mia cognata ha fatto il vaccino ASTRA ZENECA tre giorni fa,ha iniziato a star male appena due ore dopo, stamattina è deceduta
    I fratelli hanno fatto una denuncia ai carabinieri, che hanno già prelevato la salma per fare un autopsia, stava benissimo, sabato scorso fatto il vaccino, nemmeno il tempo di arrivare a casa e ha incominciato a stare male, naturalmente I medici hanno detto di fare delle flebo, stamattina è venuto persino il cardiologo a casa, comunque in questi ultimi tre giorni non si è mai ripresa, è stato sicuramente il vaccino

Lascia un commento