Donne poliziotto ridicolizzate da uomo a spasso senza mascherina – VIDEO

Condividi!

Il sistema sarà anche poliziesco, ma è prima di tutto idiota. Questo Orwell non lo aveva previsto. Non falliranno per mancanza di ideologia criminale, ma per intrinseca stupidità del loro mondo inclusivo. E l’Inghilterra è l’esempio più alto:

Ringraziate che Putin ha altri impegni, perché se davvero decidesse di invadere l’Europa, sarebbe più ridicola che tragica la ‘resistenza’.




2 pensieri su “Donne poliziotto ridicolizzate da uomo a spasso senza mascherina – VIDEO”

  1. La c.d. parità, in impieghi dove contano forza, agilità e prestanza, mostra tutti i suoi punti deboli.
    Mostra che si tratta soltanto di una finzione, come – nel caso opposto – i “mammi” svedesi.
    Una soldata di 50 kg in un corpo a corpo con uno che ha una massa doppia non ha alcuna speranza.
    Il politicamente corretto è un enorme bufala, che fanno ingurgitare ai lobotomizzati esattamente come la simulazione di matrix, per far passare l’idea di un mondo in realtà inesistente.
    E ciò vale anche per tutto il resto.
    Il bambino è un ciuccio e va male a scuola: in un mondo normale si penserà a un lavoro che non implichi un titolo di studio elevato.
    Invece no; il bambino non è poco intelligente, non è un ciuccio, non è svogliato… no, ha la sindrome da deficit di attenzione, o simili e quindi ha diritto a un supporto, a un’ora in più per svolgere il compito eccetera.
    La finzione prosegue fino all’università, ed anche all’università, tanto è un gioco, basta essere “fair”; è come l’handicap a golf.
    Ma prima o poi, il muro della realtà arriva: quando l’ex bimbo che ha fruito di ogni aiuto possibile e di ogni quota di riserva metterà mano al progetto di un ponte, prenderà in mano il bisturi o difenderà un imputato, il danno che potrà fare sarà vero, reale, perchè gli aiutino non potranno dire alla gravità di non fare il suo lavoro, o al cemento troppo sabbiato di tenere, o a un vaso inciso per errore di ripararsi.
    Il pol.cor. è questo: una finzione, buona per i fiocchi di neve, per stare tutti – con la mente – in una zona di comodità; il tutto, ovviamente, mentre la “durezza del vivere” arriva comunque e arriva da dietro. A sfurtûn-a a l’è ‘n belin ch’ù xeua ‘ngiu au cû ciû vixín.

Lascia un commento