Scuole chiuse a Lampedusa e Porto Empedocle perché sbarcati troppi POSITIVI

Condividi!

Scuole chiuse a Porto Empedocle e Lampedusa per l’eccessivo numero di positivi al Covid. La Regione cambia idea dopo poco più di un’ora.

Dopo l’emissione del provvedimento che, a partire da lunedì, stoppava le lezioni in presenza nelle scuole dei due comuni dell’Agrigentino destinati allo sbarco di clandestini, in applicazione del Dpcm Draghi che fissa una soglia di 250 casi positivi su 100mila abitanti in forza della quale poteva essere disposta la chiusura degli istituti scolastici, poco dopo è stata emessa una ordinanza di rettifica perché a pesare sul numero di casi c’era ovviamente la presenza dei clandestini positivi sbarcati.

Capito chi porta il contagio?

BOOM DI CONTAGI IN CENTRO ACCOGLIENZA: ECCO COME SI DIFFONDE IL VIRUS

Proprio a Porto Empedocle: “In casa, ci sono altri due bambini, entrambi negativi, che vivono isolati in una stanza – ha spiegato il sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina, che s’è stretta forte alla famiglia che sta vivendo questo momento di grande difficoltà – . Oggi ho sentito la mamma, è una mia ex alunna. E’ una ragazza forte e coraggiosa. Tutto andrà bene. Ma certamente più che curiosità è giusto dimostrare solidarietà e vicinanza. Spero che, ancora una volta, dimostriamo di essere una comunità generosa e dal cuore grande – ha concluso il sindaco – . Auguri piccolo ‘marinisi’ .. forza!”.

SBARCO DI MASSA A PORTO EMPEDOCLE, SINDACO LANCIA ALLARME ‘VARIANTE AFRICANA’: UN MORTO A BORDO – VIDEO

Sarà un caso che è lì che il governo scarica migliaia di clandestini ed è lì che, probabilmente, arriverà anche la Sea Watch con ulteriore carico. E sarà un caso se fuggono di continuo positivi.

O forse non lo è.

Immigrazione e Covid, Carmina: “Siamo preoccupati, il presidente Draghi venga a vedere la situazione”.

“Siamo molto preoccupati perché ancora siamo a febbraio ed è preoccupante il fatto che si scelga sempre Porto Empedocle come porto sicuro. Sappiamo che dall’Africa stanno venendo delle varianti del Covid. Faccio un appello, venga il presidente del consiglio Draghi a vedere qual è la situazione. Si vietano ai cittadini italiani i passaggi da regione in regione e qua, invece si può fare di tutto e di più”. Queste sono state le parole del sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina dalla banchina Todaro dello scallo marittimo, in occasione delle operazioni di sbarco:

E ha ragione, perché ai clandestini che sbarcano fanno il tampone rapido. Con il tampone antigenico rapido, non si estrae RNA, ma si cerca l’antigene. La presenza del virus è rilevata tramite la reazione tra antigene (la Spike protein del virus) e anticorpo, che è presente all’interno del test.

Il tampone antigenico che ha una prestazione del 70%, ovvero su 10 positivi ne prende 7.

Per ovviare a questo difetto di sensibilità dei tamponi antigenici (che ricercano l’antigene rispetto ai tamponi molecolari che invece identificano l’Rna, ndr) gli antigenici dovrebbero essere fatti tutti quanti possibilmente nello stesso giorno e ripetuti dopo 5 giorni. Ovviamente, con i clandestini che sbarcano non accade.

Se si fa lo screening con gli antigenici una volta sola e per di più diluito nel tempo succede che si lascia il 30 per cento dei positivi con una capacità di moltiplicazione del virus.

Ergo, è molto probabile che 1/3 di chi sbarca e viene indicato come ‘negativo’ sia, in realtà, un falso negativo. Per non parlare del fatto che i test quasi certamente non individuano le varianti come quella africana.

SBARCO DI MASSA A PORTO EMPEDOCLE, SINDACO LANCIA ALLARME ‘VARIANTE AFRICANA’: UN MORTO A BORDO – VIDEO

007 SICURI: SBARCHI DIFFONDONO VIRUS E TERRORISTI IN ITALIA

ONG SPAGNOLA STA SBARCANDO A PORTO EMPEDOCLE: TUTTI SU NAVE DA CROCIERA, POI CENTINAIA A MILANO, TOSCANA ED EMILIA




Lascia un commento