SALGONO I CONTAGI: FORTE AUMENTO RICOVERI, +400 IN 24 ORE MA SBARCHI CONTINUANO

Condividi!

Il bollettino del ministero della Salute registra 22.865 nuovi contagi su 339.635 tamponi processati. Il tasso di positività sale al 6,73%. Salgono i ricoveri ordinari (+394) e terapie intensive (+64). I decessi sono 339.

I pazienti in terapia intensiva per il Covid-19 in Italia, in aumento di 64 unità nel saldo quotidiano tra ingressi e uscite. Gli ingressi giornalieri in rianimazione sono stati ben 232. Nei reparti ordinari ci sono invece 20.157 persone, in aumento di 394 unità rispetto a ieri.

Nonostante tutto:

Scuole chiuse e porti aperti: centinaia scaricati in Italia dalla Sea Watch

Entrano le varianti:

CONFERMATO: TAMPONE RAPIDO FATTO AI CLANDESTINI NON INDIVIDUA VARIANTI

E il contagio si diffonde:

CONTAGIO DILAGA A LAMPEDUSA: ALTRI POLIZIOTTI INFETTATI DAI MIGRANTI

Covid Lombardia, supera 5.000 casi, oltre 200 ricoveri

Sono di nuovo sopra quota 5.000 i nuovi casi in Lombardia, una soglia che non veniva raggiunta dalla fine di novembre: i positivi sono infatti 5.174 con 53.563 tamponi effettuati con il tasso di positività in crescita al 9.6% (ieri 8.2%). Aumentano sia i ricoverati in terapia intensiva (+26, 532) che negli altri reparti (+190, 4.735). I decessi sono 59 per un totale complessivo di 28.577 morti in regione dall’inizio della pandemia. Milano torna a essere la provincia più colpita con 1.200 casi, di cui 421 a Milano città, seguita da Brescia (1.114), Monza e Brianza (475), Como (403), Varese (378) e Bergamo (372).




16 pensieri su “SALGONO I CONTAGI: FORTE AUMENTO RICOVERI, +400 IN 24 ORE MA SBARCHI CONTINUANO”

  1. Morto un altro infermiere di 40 anni
    Florindo La Ragione

    oggi si muore senza ragione: puoi essere sanissimo e muori così, all’improvviso.
    Il vaccino ovviamente ha solo la incredibile coincidenza di essere stato somministrato nei giorni precedenti

    siamo passati da
    “annegato morto per Covid ”
    a
    ” del domani non vi è certezza”

  2. Finalmente dati belli, univoci, tondi, se per raggiungere il picco epidemico dobbiamo aspettare il 25 marzo i morti ad aprile arriveranno a duemila e addirittura tremila al giorno come niente. Il rapporto tra positivi su nuovi casi testati di oggi è’ spaventoso, 20,38% nonostante i ben 112.202 tamponi terapeutici che sono molti rispetto alla norma è che avrebbero per questo dovuto raffreddare il risultato. Cominciano ad aumentare in ragione esponenziale i nuovi terapiati e questo confortaperche significa che entro poco anche la curva dei morti e seguire puntando a nord-nord ovest! Bene i saldi positivi delle degenze in terapia intensiva e ancor meglio nei reparti ordinari, non i illudo certo che si arrivi alla saturazione egli ospedali, ma ad un gran numero di orti per liberare i letti si. Che bello spettacolo, se poi si muore pure per i vaccini tanto meglio. Tanto peggio, tanto meglio.

    1. Un malore improvviso nella notte non le ha lasciato scampo. Si è spenta nelle prime ore di questa mattina 28 febbraio Silvia Simonini, 42enne operatrice OSS della residenza Cerino Zegna di Occhieppo Inferiore.

      youtube.com/watch?v=BsbkkkPUC_o

  3. I morti migliori, 42 anni, 45 anni, infermieri con famiglia, queste sono le morti belle, non quei poveri vecchietti in ospizio che non chiedono ne pretendono niente. Molto meglio questi giovanotti, spesso sindacalizzati, stroncati dalle loro stesse armi. Avercene di morti da vaccino, la sete col prosciutto gli devono levare, subito, che se aspettiamo le malattie autoimmuni scatenate dai vaccini siamo fritti tutti.

  4. A parte il fatto che con la fantapandemia di fantacovid gli “sbarchi” non c’entrano un tubo (l’immigVazione-sostituzione etnica va draconianamente stoppata e resa impossibile tout court comunque e con ogni mezzo), il tVemendo “contagio” del “virus” (della vostra testa marcia) è un problema inesistente, perché è la “pandemia”stessa che NON esiste.

  5. A proposito di fantacontagio (vergogna itaGliana), ecco qua:

    IN DIRETTA DALLA SVEZIA ▷ “GUARDATE: QUI VIVIAMO SENZA DIVIETI, MASCHERINE E LOCKDOWN! SIAMO LIBERE”

    youtube.com/watch?v=LKewW8rbH6Y

    1. in Svezia non e’ che non riconoscono il virus
      ma adottano distanziamenti sociali leggeri

      hanno pero 10 volte i morti per milione di ab
      rispetto alle limitrofe
      Finlandia e Norvegia che invece adottano distanziamenti sociali pesanti

      1. Joe Fallisi capiscimi
        non e’ che io ti voglio rompere le palle
        ne a te, ne ad altri negazionisti,
        che solo per il fatto che avete uno spirito ribelle, vi considero qualcosa di buono
        e miei amici.

        Pero non serve a nulla vedere una realta che non e’ reale.
        Anzi depone a favore del sistema,
        perche vengono colpiti finti bersagli
        e viene screditata la contro-informazione.

        Ti racconto una storia, per cui devi credermi sulla parola, ma se non credi allora ti faccio parlare direttamente con questa donna.

        Io ho una cara amica che in Novembre 2020 era una negazionista,
        poi si e’ esposta al contagio (perche secondo lei non esisteva nessun virus)
        ed ha preso il virus
        e c’e mancato poco che non passava dall’altra parte.

        Il marito di sua figlia invece e’ morto per davvero.

        Proprio l’altra sera mi sono ritrovato a parlarci
        e mi ha detto che qualche sera prima (fine febbraio),
        ha avuto problemi di saturazione (cioe non riusciva a respirare e pensava di morire un altra volta).
        Parliamo di 3 mesi dopo, che ha superato il covid.

        Considera che questa donna non ha fatto nessun vaccino. Ed anche il suo genero.

        La moglie di questo uomo,
        cioe la figlia della mia amica,
        per il trauma dovuto alla perdita del marito per covid
        ha dormito con la madre, per tutto il tempo della degenza, insieme alla figlioletta.
        Figlia e nipotina, non hanno avuto assolutamente nulla, neanche un po di febbre.

        Con questo voglio dire
        1) che le situazioni variano da persona a persona, anche in una stessa famiglia.
        2) che si puo morire, anche senza aver fatto il vaccino, che ormai e’ stata individuato da tanti medici, come causa del covid.

        Molta gente lo prende in forma leggera e quindi pensa che e’ meno di una influenza.

        Ma non e’ sempre cosi.
        Chi lo prende in forma grave, vede la morte con gli occhi e ne capisce la serieta del problema.
        Altri invece muoiono per davvero, anche a 50 anni e senza comorbidita (senza altre patologie).
        Ovviamente piu si e’ deboli di salute, piu e facile passare dall’altra parte.

  6. In Svezia, comportandosi di conseguenza, dicono quel che dico io: che la “pandemia” di ” covid” (da me definito fantacovid) non è mai esistita e non esiste. Questo è l’essenziale. Quanto ai morti, sì, è una triste realtà: primo poi si va in qualche altro mondo – più prima che poi se (quando) già vecchi e con un apparato immunitario compromesso. Le influenze o simil-influenze ogni anno, dappertutto, ne falcidiano tanti. Nel 2015, per esempio. Ma è, più o meno, anche come numeri, la normalità. NIENTE a che vedere con le “pandemie” – sempre, ripeto, se si dà ancora retta al dizionario della lingua italiana, e alla memoria storica.

    1. si ma qui non parliamo di una comune influenza,
      ma un virus che a seconda delle persone
      puo essere meno che una influenza
      oppure molto peggio di una comune influenza

      In Svezia fino ad oggi sono morte 12,977 persone di covid

      I medici sanno ben riconoscere un morto per influenza
      da un morto per coronavirus
      e non si puo pensare che sono tutti dei corotti
      e mentono dicendo che e’ coronavirus
      anzicche una normale influenza

      I morti per covid si riconoscono
      essi prima perdono saturazione
      poi sviluppano polmonite atipica e micro trombosi
      finche arrivano ad un punto in cui non possono piu respirare e per questo li aiutano con l’ossigeno
      e arrivati a questo punto, se ne salva 1 ogni 10, con le terapie ufficiali.

  7. “In Svezia fino ad oggi sono morte 12,977 persone di covid”… tutte queste affermazioni apodittiche sui “contagiati”, così come sui “morti”, di “covid” (per la Svezia come per qualsiasi altra nazione) sono insensate perché si basano su responsi dati dai “tamponi” che, com’è noto, dal punto di vista diagnostico non hanno NESSUNA affidabilità scientifica.

    “i medici sanno ben riconoscere un morto per influenza
    da un morto per coronavirus”… le influenze (anche i semplici raffreddori) sono in genere messi in relazione, anche negli anni passati, proprio coi “coronavirus”. Da questo punto di vista nessuna diversità: stessa famiglia.

    “I morti per covid”… lo ripeto ancora una volta (sperando possa essere l’ultima): l’attuale simil-influenza è POCO morbosa (il che significa che la grande maggioranza di chi la contrae guarisce spontaneamente in pochi giorni e spesso manco manifesta sintomatologie di una qualche gravità) e POCHISSIMO letale (ovvero non può condurre, e non ha infatti condotto, a nessuna forma di pericolosa e tremenda “pandemia”).

    1. che i medici siano una massa di coglioni lobotomizzti
      e’ vero,
      ma non tutti
      come in ogni categoria, c’e un buon 20% di gente di buon senso.

      Se fosse una comune influenza nessuno lo avrebbe capito?

      I tamponi sono farlocchi, daccordo
      ma le sintomatologie covid, sono ben distingubili da una comune influenza o da un altra malattia,
      a partire dalla desaturazione (cioe la perdita di capacita respiratoria) che evolve dopo circa 4-5 giorni dai sintomi febbrili, dolori articolari, agenusia, ecc.

      Si presume che il virus circolasse gia in autunno 2019 (addirittura agosto) appunto perche gia allora si registravano una marea di polmoniti atipiche.

  8. “le sintomatologie covid, sono ben distingubili da una comune influenza o da un altra malattia, a partire dalla desaturazione (cioe la perdita di capacita respiratoria) che evolve dopo circa 4-5 giorni dai sintomi febbrili, dolori articolari, agenusia, ecc.”… Ti sbagli. Fai una ricerca seria e constaterai che sia le polmoniti interstiziali bilaterali, sia le tromboembolie (con tutte le varie sintomatologie connesse) si sono già manifestate in molte “influenze” del passato. La cosa schifosa e veramente criminale è che, PROPRIO PERCIO’, le “autorità mediche”, se avessero avuto a cuore la salute dei pazienti (soprattutto i tanti anziani falcidiati in ospedale), avrebbero dovuto impiegare per curarli delle terapie adeguate (che erano conosciute, economiche e disponibilissime) e NON le orride intubazioni omicide. Ma su questo, almeno, so che siamo d’accordo.

    1. Cioè… posso capire qualche giorno, una settimana di confusione e di incertezza… ma DOPO?… dopo è solo lurida connivenza coi criminali che tiravano (tirano) le fila di ‘sta megatruffa tirannica.

      1. si ma le terapie intensive,
        mai sono esplose come in marzo ed aprile 2020
        hanno fatto anche ospedali da campo con le tende, per poter ricoverare gente
        e costruivano ospedali a tempo di record, tipo quello di Wuhan o quello alla fiera di Milano fatto da Bertolaso

        Addirittura usavano i corridoi per ricoverare i malati
        e uccidevano quelli per cui non c’era piu speranza
        al fine di liberare posti letto

Lascia un commento