CONFERMATO: TAMPONE RAPIDO FATTO AI CLANDESTINI NON INDIVIDUA VARIANTI

Condividi!

Focolaio Scala, test rapido non individuò variante– Trentacinque positivi al Covid sono stati trovati nel corpo di ballo della Scala di Milano. A far scattare l’allarme sul tracciamento degli eventuali contagiati è stato un tampone rapido con risultato debolmente positivo effettuato su una ballerina venerdi’ scorso. L’esito – secondo quanto ricostruito – ha insospettito i delegati per la sicurezza del Teatro che hanno chiesto tamponi molecolari su tutto il corpo di ballo. Solo questo tipo di test infatti, è stato in grado di far emergere il cluster.

VERIFICA LA NOTIZIA

I test rapidi sono quelli che fanno ai clandestini che sbarcano. Che si perde 3 positivi su 10 in condizioni ‘normali’, figuriamoci le varianti.

Questo perché con il tampone antigenico rapido, non si estrae RNA, ma si cerca l’antigene. La presenza del virus è rilevata tramite la reazione tra antigene (la Spike protein del virus) e anticorpo, che è presente all’interno del test.

Il tampone antigenico che ha una prestazione del 70%, ovvero su 10 positivi ne prende 7.

Per ovviare a questo difetto di sensibilità dei tamponi antigenici (che ricercano l’antigene rispetto ai tamponi molecolari che invece identificano l’Rna, ndr) gli antigenici dovrebbero essere fatti tutti quanti possibilmente nello stesso giorno e ripetuti dopo 5 giorni. Ovviamente, con i clandestini che sbarcano non accade.

Se si fa lo screening con gli antigenici una volta sola e per di più diluito nel tempo succede che si lascia il 30 per cento dei positivi con una capacità di moltiplicazione del virus.

Ergo, è molto probabile che almeno 1/3 di chi sbarca – AL NETTO DELLE VARIANTI – e viene indicato come ‘negativo’ sia, in realtà, un falso negativo. Per non parlare del fatto che i test quasi certamente non individuano le varianti come quella africana.

SBARCATI QUASI 1.000 CLANDESTINI POSITIVI DALL’INIZIO DELL’ANNO: SBARCHI +77%, COSI’ ENTRANO LE VARIANTI

Ed è ormai certo da quest’ennesimo caso che, invece, non individua chi è positivo con una delle varianti del virus. Ergo, ecco come abbiamo riportato il contagio in Italia: clandestini positivi poi diffusi su tutto il territorio nazionale. Del resto, gli 007 avevano avvisato:

007 LANCIAMO ALLARME: “TERRORISTI E INFETTI SUI BARCONI: DIFFONDONO CONTAGIO E TERRORE”

Noi prima di loro.




2 pensieri su “CONFERMATO: TAMPONE RAPIDO FATTO AI CLANDESTINI NON INDIVIDUA VARIANTI”

Lascia un commento