Soldi a Casarini per il trasbordo, la ‘spiegazione’ dell’armatore olandese: “Era solo un ringraziamento”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Da Copenaghen arriva la bizzarra ‘spiegazione’ della società armatrice Maersk Tankers che ‘scagiona’ – questo dicono loro – la Ong Mediterranea dopo l’apertura dell’inghiesta:

Mare Jonio, spunta bonifico da 125mila euro: 4.600 euro per ogni migrante imbarcato!

Ma leggiamo come l’Ansa, vero e proprio megafono delle Ong, spiega la vicenda:

Maersk fa chiarezza sulla vicenda che vede indagati a Ragusa quattro componenti di Mediterranea, accusati di aver trasbordato dal cargo danese alla mave Mare Jonio 27 migranti, portati poi a Pozzallo, in cambio di denaro.

La società spiega che soltanto “mesi dopo l’operazione di salvataggio ha incontrato i rappresentanti di Mediterranea per ringraziarli della loro assistenza umanitaria” e ha deciso “di dare un contributo di 125 mila euro a Mediterranea per coprire alcuni dei costi sostenuti in seguito all’operazione. Ad ora non siamo stati contattati dalle autorità”.

Beh, non ho preso la tangente, era un semplice ‘ringraziamento’ per l’appalto. Questi sono i “professionisti dell’informazione”.




5 pensieri su “Soldi a Casarini per il trasbordo, la ‘spiegazione’ dell’armatore olandese: “Era solo un ringraziamento””

  1. La maersk mi é sempre stata sul cazzo, assumono e licenziano in massa senza guardare in faccia a nessuno, sono proprio stronzi e non sono certo tipi da “ringraziamento”, semmai cagnotta!!!

    1. Sono multinazionali e agiscono al di sopra delle leggi e delle regole, perché abbiamo una politica con la “p” minuscola. Mica per nulla ottant’anni fa Gran Bretagna prima e Stati Uniti dopo, massime espressioni del capitalismo selvaggio, mossero guerra alla Germania nazista e all’Italia fascista, che invece proponevano un modello economico in cui il capitalismo era tenuto a freno dallo Stato. Altro che guerre per esportare la “democrazia”.

Lascia un commento