L’ultima di Toti: chiude la gente in casa perché c’è Sanremo

Condividi!

Sanremo 2021? “Sembra una presa in giro, ci hanno fatto aprire per tre giorni, abbiamo fatto la spesa, speravamo di ripartire. Per carità, la salute viene prima di tutto. A questo punto però potevano proprio evitare di farci aprire”. Carlotta, titolare del Caffè Ducale in via Matteotti, commenta all’Adnkronos il ritorno del Festival in fascia arancione.

“Se può servire per la sicurezza è bene, ma è difficile capire l’utilità di un provvedimento così restrittivo quando qui nonostante il festival non gira nessuno” dicono Alessandro e Sara, residenti della città dei fiori. “Non ci si capisce più niente, siamo in uno stato confusionale, non siamo più lucidi” dice ancora Claudia.

“Hanno rotto, se si chiude ci devono essere gli aiuti sennò si sta aperti perché le spese non si bloccano e gli affitti, le bollette e i fornitori non fanno sconti” tuona ancora Marzio Garibaldi, titolare di Marzio Bistrot.

Presto sarà in zona rossa tutta l’Italia, soprattutto dopo la bizzarra scelta di tenere aperti i bar per l’asporto dopo le 18: più movida per tutti. A questo punto era meglio aprirli con i tavoli, almeno si sarebbero evitati assembramenti.

Però, se c’è un’emergenza, e devono stare chiusi i locali, cosa purtroppo evidente, allora non ci deve essere il Festival. E non ci deve essere la Serie A. Altrimenti si apre tutto e ognuno per sé. E i locali non devono essere obbligati a pagare il Canone alla Rai per mantenere un indegno baraccone.

“Così è un’agonia”. Lo dice il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri dopo l’annuncio del governatore Giovanni Toti, di estendere le restrizioni da zona arancione rafforzata a Sanremo, come a Ventimiglia, mentre la regione è in giallo.

“Quando Governo e Regione venerdì hanno dato la zona gialla con solo scuole e parchi chiusi – dice – ho raccomandato massima prudenza: i bollettini evidenziavano una situazione ancora delicata. Ma se Governo e Regione, che possiedono strumenti, hanno deciso così, suppongo che i parametri fossero conformi. Ora è un dietrofront: perché questo dopo 4 giorni. Così è difficile da accettare per tutti”




2 pensieri su “L’ultima di Toti: chiude la gente in casa perché c’è Sanremo”

Lascia un commento