Il leghista al Viminale: “ALL’ITALIA NON SERVONO MIGRANTI FERMARLI E’ DOVERE DEL GOVERNO”

Condividi!

Pensa di poter difendere le frontiere con il Pd al governo. E di attuare una seria politica di rimpatri con le norme vigenti. Auguri. Le frontiere vanno militarizzate. I rimpatri vanno militarizzati: aerei militari carichi, non charter con tre clandestini e venti poliziotti. E con i Paesi di provenienza si usa il bastone: non li riprendi? Sanzioni economiche. A loro, non alla Russia, che invece dei clandestini ci manda i vaccini.




6 pensieri su “Il leghista al Viminale: “ALL’ITALIA NON SERVONO MIGRANTI FERMARLI E’ DOVERE DEL GOVERNO””

  1. Caro il mio giudei, “dire” per placare il gregge senza poi effettivamente fare nulla può fare incazzare le pecore. Se poi le pecore dovessero realizzare che ci siete sempre di mezzo voi magari si organizzerebbero per ************** tutti. Perché, voi non siete una “religione”, ma piuttosto una “nazione parassita” ramificata in tutto il mondo.

  2. Le frontiere andrebbero chiuse e militarizzate se non avessimo nell’UE dei criminali e delle troie che, anzichè eliminare l’euro, fanno arrivare compiacenti fancazzisti per “ripopolare l’UE”, secondo quanto stabilito dall’ONU. E’ inutile che ci facciamo domande. E non è strano che quest’evidenza sia risaputa ma nessuno agisce in Italia.

  3. Usare aerei x i rimpatri é come svuotare il mare col cucchiaino, servono navi cargo con stive super capienti, prossime al disarmo e da spedire verso l’africa con il timone bloccato e il carburanye necessario a toccare le coste, in più sequestrare le navi attualmente usate x la quarantena che ci costano milioni, stiparle oltre il limite e spedirle pure loro, poi cazzi degli armatori compiacenti che le hanno affittate x fare soldi facili, tanto ormai non sono più utilizzabili x lo scopo originario.

Lascia un commento