La profezia che sta diventando realtà: “Nigeriani e cinesi si spartiranno l’Italia ”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
In questo breve ma come sempre profetico intervento, Meluzzi analizzava la situazione dell’Italia stretta nella morsa dell’immigrazione di massa.

Quanto è pericolosa la mafia nigeriana?
Pericolosissima. Gli affiliati sono peraltro ricchissimi, grazie alle immense rimesse economiche dello spaccio di droga che finiscono in Nigeria e che vengono poi riciclate in altra droga e armi. Si tratta quindi di un circuito infernale. Di più: con i soldi della droga, del petrolio e della tratta umana conquisteranno l’Europa. I mafiosi nigeriani saranno la base militare dell’invasione africana. Avremo infatti le mafie magrebine e afro-islamiche, e poi avremo la mafia nigeriana che svolgerà un ruolo determinante. Un mio amico dei servizi segreti italiani – che ovviamente non posso citare – sostiene che nel giro di meno di un decennio l’unico vero scontro militare in Italia sarà tra la mafia cinese e le mafie africane e afro-islamiche per il controllo del territorio, con uno Stato italiano praticamente distrutto. Uno scenario da incubo.

La mafia cinese non si farà sottomettere e quindi ci sarà uno scontro militare per il controllo del territorio italiano. Le nostre Forze armate, infatti, sono ormai indebolite, la politica è frammentata, la cultura catto-marxista è dominante, per tacere di Vaticano e le varie Caritas ecc. Ecco, tutte queste forze sono destinate a soccombere. E se il flusso migratorio dovesse riprendere, se il tappo dei porti chiusi di Salvini saltasse, ne arriverebbero altri 50mila come l’anno scorso. Si tratta di 50mila soldati, non di famigliole. Sarà una specie di sbarco in Normandia. Allora saremo perduti in breve tempo.

[…] questo non è «un» problema, ma «il» problema. Ce ne renderemo conto nel giro di qualche mese. Ci sono 100mila spostati nigeriani in Italia, ossia un esercito di 100mila uomini. Che cosa possono fare, se non catastrofi?

E come dovrebbe rispondere lo Stato?
A una minaccia militare si dà una risposta militare. Bisogna colpire la mafia nigeriana alle radici. Sapendo ormai dove sono i capi, le centrali e i punti di spaccio, sarebbe necessario fare dei rastrellamenti militari, in particolare nei punti di spaccio, e poi procedere con delle espulsioni di massa.

Perché come spiegò Giordano, senza muri diventeremo minoranza a casa nostra:

Giordano parla di Anversa, la capitale fiamminga:

Anversa è caduta: immigrati superano autoctoni

Milano, ad esempio, non è molto lontana da questa drammatica eventualità.

Quello che chiediamo a Salvini è se vuole limitarsi a chiudere i porti, perché in tal caso, la sostituzione etnica sarà inevitabile: va abrogata la legge sui ricongiungimenti familiari, che porta in Italia oltre 200mila immigrati l’anno, regolarmente e silenziosamente.




8 pensieri su “La profezia che sta diventando realtà: “Nigeriani e cinesi si spartiranno l’Italia ””

      1. Sì infatti, poi con questi 20-30-40enni di oggi, per la stragrande maggioranza zombie, maschi beta, per nulla dediti alla lotta e al sacrificio, ma solo allo sballo e al divertimento, per di più tolleranti verso l’invasione afroislamica, stiamo freschi, e non sarà un problema per la feccia afroislamica prendere possesso del nostro territorio.

    1. Salvini non sarà la soluzione del problema, ma neanche il problema che altri hanno amplificato, per ora ci siamo tolti dalle palle alcuni soggetti incagabili , sai già benissimo a chi mi riferisco (peccato che a volte ritornino), e comunque vale sempre il famoso “turatevi il naso e votate Dc” di montanelliana memoria. Piuttosto che il PCI al potere…
      Che vuoi fa’…inventarti il leader ideale?
      Fatti un partito e guidalo, non hai alternative.
      🐒🦧🦍

Lascia un commento