Forte rialzo di contagi e ricoveri: diverse regioni verso zona rossa

Condividi!

Aumentano ancora le terapie intensive (+58) e i ricoveri nei reparti Covid (+474). Il tasso di positività balza al 7.7 %. Il ministro della Salute ha sottolineato come “da tutte le regioni arrivano segnalazioni di una curva che risale.

I dati del ministero della Salute registrano 13.114 nuovi contagi a fronte di 170.633 tamponi processati (molecolari e antigenici). I decessi sono 246. Aumentano terapie intensive (+58, ora 2.289) e ricoveri ordinari (+474, ora 19.112). Il tasso di positività sale al 7,68%.

L’Emilia verso la zona rossa, soprattutto Bologna. Stessa situazione in Toscana.

“Siamo in una situazione estremamente allarmante perché c’è stata una impennata improvvisa di contagi: in una settimana quasi il 60 per cento in più rispetto alla settimana precedente, una diffusione mai vista in maniera così rapida”. Lo ha detto il Presidente della Regione Fvg Massimiliano Fedriga annunciando che domani riceverà “i dati scientifici e sulla scorta di quelli” prenderà “una decisione. Lavoriamo su tutte le ipotesi, non escludo nulla”, ha indicato.




8 pensieri su “Forte rialzo di contagi e ricoveri: diverse regioni verso zona rossa”

  1. Io sarò diventato un folle complottista ma x me sono tornati a spargere qualcosa che non é un virus solo x far risalire la credulità delle persone.
    Li credo capaci di qualunque cosa senza nessun limite.

  2. No, Haunebu. E’ tutto falso. Se vai a controllare le statistiche vere ti accorgi che NON ESISTE nel modo più assoluto nessunissima “pandemia” di fantacovid, anche con l’aggiunta di tutte le “varianti” più fantasiose (e fantasmatiche).

    Le stesse morti artatamente attribuite a questa simil-influenza (delle quali la grande maggioranza ha altre cause cliniche) non fanno minimamente impennare il normale trend di decessi, che per la nostra disgraziata nazione è di circa 1800 individui al giorno. Trattasi di videopsicopandemia, da vera società degli spettri. La cui funzione è di preparare-inquadrare convenientemente le mandrie di goyim al Gran Reset.

    1. No, infatti non credo a nessun virus, intendevo che sarebbero capaci di spargere qualche sostanza x aumentare i morti oltre a truccare le normali statistiche.La gente non capisce nemmeno quando esseri come la vonderlekken glielo dicono apertamente che saranno solo false pandemie e che tutti diverranno puntaspilli a furia di “vaccini” che tutto fanno fuorché salvare vite!

    2. Il tasso di positività calcolato sui nuovi casi testati oggi sfiora il 20%, 19,58% per la precisione, ed il saldo dei ricoverati strappa brutalmente all’insù, vedrete che tra pochissimo vedremo lo stesso col saldo delle terapie intensive. Dopo qualche giorno avremo l’aumento esponenziale dei nuovi terapiati, quindi quello agognato dei morti… e’ tutto oramai già scritto, i morti che camminano sono tra noi, addirittura inconsapevoli di incubare il virus ma condannati alla fossa entro i prossimi 20 o 25 giorni. Prepariamoci perché stavolta lo spettacolo sarà divertente, ancora più divertente poi sarà capire se la strage certa e prossima poteva essere evitata comprando i vaccini russo o cinese, che potevamo benissimo comprare, visto che non siamo in guerra contro russi o cinesi. A Joe Fallisi dico, ma se i padroni del mondo vogliono fare il Greta reset come affermi e come anche io credo, non gli riesce più facile producendo e sparpagliando un virus che almeno qualche vecchietto lo ammazza? Io farei così fossi i loro, anzi, io spargerei virus olio più mortali, almeno io che stermina 1/3 dell’umanità. Loro non lo fanno perché sono dei gran vigliacchi, ma uno che demolisce i vecchi ed i deboli lo hanno lanciato, magari sanno pure come si cura…

  3. Mesi fa mi venne passato un documento (vero? fasullo? boh…) intitolato “Operation Lockstep”. In quel documento si preventivava, oltre ad altre cosette già verificatesi, un lockdown rigido per il mese di marzo 2021. Siamo a marzo 2021.

    Per la cronaca, il passo successivo secondo la previsione stilata in quel documento è una penuria pianificata di beni di prima necessità per il mese di aprile.

    Se si verificherà come vera anche la previsione del lockdown entro questo mese, dobbiamo cominciare a preoccuparci che anche quella per il mese di aprile possa essere attendibile? Perché ci sono anche ulteriori previsioni, a suon di eserciti e via narrando…

Lascia un commento