Haiti, 400 detenuti in fuga nell’Africa dei Caraibi

Condividi!

L’unico Stato africano fuori dall’Africa. E si vede. Non è la geografia a fare i popoli.

Sono 400 i detenuti in fuga evasi lo
scorso giovedì dal penitenziario di La
Croix-des-Bouquets, alla periferia di
Port-au-Prince, la capitale di Haiti.
Il boss Arnel Joseph, evaso con loro è
stato intercettato in un posto di bloc-
co della polizia e ucciso nel conflitto
a fuoco.

Durante la rivolta carceraria e l’eva-
sione di massa sono rimaste uccise 25
persone, tra cui il direttore del car-
cere. Lo stesso penitenziario era già
stato teatro di un’evasione di massa
nel 2014.




9 pensieri su “Haiti, 400 detenuti in fuga nell’Africa dei Caraibi”

      1. Non ci sono solo i leghisti… c’è tantissima gente onesta e lavoratrice.
        Un paesaggio urbano con edifici storici che tutto il mondo ci invidia.
        Ci sono ferrovie, autostrade, linee della metropolitana, linee elettriche, telefoniche, cavi a fibra ottica, impianti tecnologici, etc…

      2. Sei monomaniaco Caro’…
        Se qualcuno del nord può essere razzista contro uno del sud, da parte mia i motivi sono di invitarli a smettere di inventarsi culture, gemellaggi o parentele afrosemite.

      3. Ma NOOOOOOOO!!!😱😱😱😱😱
        Ma la lega é un partito africanooooo!!!!
        Si sono sempre viste le adunate di negri sul Po, a nord siamo tutti negri!!Bossi é nigeriano, salvini tunisino, maroni senegalese ecc.Ma dove li hai visti i bianchi, FRADELO?🤣🤣🤣🤣🤣🤣

        1. Eh, amico mio, però la Lega ha fatto eleggere il primo senatore ne(g)ro del parlamento italiano, il nigeriano Iwobi. Un primato alquanto discutibile, per un partito che si dichiara “identitario” e “sovranista”. Che poi questa elezione è stata possibile grazie al fatto che non esiste il voto di preferenza, altrimenti dubito che sarebbe stato eletto. Grazie a questo meccanismo vengono eletti quelli che dicono le segreterie di partito, non quelli voluti dal popolo.

          Non dimentichiamoli questi particolari, che a mio avviso non vanno trascurati.

          1. la lega e’ la forza politica che piu rappresenta lo stereotipo africano

            ovvero un gruppetto di politici malavitosi e senza scrupoli
            ed un elettorato di deficienti in stato di semi-analfabetismo che urla ed impreca

            anche se andate in una tribu africana, ritroverete lo stesso frame

  1. Certo, è popolata da soli ne(g)ri praticamente, è normale che Haiti sia il più sottosviluppato tra i paesi delle Due Americhe. Ma agli immigrazionisti non gliene fotte nulla, vogliono l’africanizzazione dell’Europa, perché a loro dire apporta “ricchezza”. E considerata la loro perversione morale, le immigrazioniste soprattutto, vogliono il maggior numero di ne(g)ri possibile per evidenti ragioni di natura sessuale.

  2. Se continua così ce ne saranno parecchi di stati africani fuori dall’Africa, molti stati del Brasile, per dire, già oggi hanno una schiacciante maggioranza mulatta o nera. Prima dello ‘sbiancamento’, molto relativo e che coinvolse più che altro gli stati spopolati del sud, tuttora bianchi, la popolazione schiava di colore rappresentava i 2/3 della popolazione totale.

Lascia un commento