Cassazione: approvato Ius Soli de facto, non si può espellere chi ha figli

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
La stessa Cassazione nota per “con i jeans non è stupro”, ne combina una anche peggiore. Una sentenza completamente eversiva – nel senso che va contro la nostra già pur buonista costituzione – che spalanca le porte della nostra povera Patria in balia di un branco di magistrati ideologicamente corrotti in preda a smanie di sottomissione etnica.

In pratica, basta al clandestino figliare e poi, oltre a dovere mantenere suo figlio secondo le leggi approvate dal Pd, il clandestino non può essere espulso. Mantenuto a vita. Il delitto perfetto. Lo ius soli de facto. In più diamo anche loro un motivo in più per fare figli: così ci sostituiscono meglio. Follia.

Inutile dire che per rovesciare tutto questo serve un governo sovranista che faccia tabula rasa delle burocrazie ‘italiane’, magistratura compresa. Ovviamente, tutto seguendo la legalità democratica. I veri eversori sono i giudici che legiferano senza essere stati eletti.




9 pensieri su “Cassazione: approvato Ius Soli de facto, non si può espellere chi ha figli”

  1. Infatti è la famiglia italiana, bianca ed all’occorrenza cristiana, che va eliminata. Tutti gli altri no, anzi moltiplicati, mantenuti, viziati e coccolati. 😠😠😠🐟🐟🐟

Lascia un commento