Sei mesi di carcere per avere scritto “Più piombo per Boldrini” su internet: lei esulta

Condividi!

Condannato a 6 mesi di reclusione e al risarcimento per aver scritto su Facebook riguardo al deputato Pd Laura Boldrini, ‘Per la Boldrini sempre più piombo delle p38’.

VERIFICA LA NOTIZIA

A darne notizia, soddisfatta, è stata la stessa Boldrini attraverso i social: “Oggi è arrivata la sentenza”, ha scritto, per l’uomo che “aveva scritto su Facebook: ‘Per la Boldrini sempre più piombo delle p38’.”

“Mi sono costituita parte civile e sono andata a testimoniare. Dobbiamo denunciare l’odio online – sottolinea l’ex presidento della Camera -. Minacce e insulti non possono restare impuniti. È un modo anche per ‘riprenderci’ la Rete come spazio di confronto e di incontro così importante”.

Sei mesi di carcere per una – pessima – battuta su internet. Mentre gli spacciatori girano a piede libero e chi sbarca viene messo in hotel.

Guardate, ci può anche stare condannare qualcuno che minaccia, non siamo nell’alveo della libertà di espressione: ma la minaccia deve essere chiara, non una metafora. E poi: è indegno che qualcuno si becchi sei mesi per avere scritto una cosa e lei che ha con le sue politiche e azioni distrutto l’Italia se la spassi. In proporzione, lei dovrebbe essere condannata all’ergastolo.




2 pensieri su “Sei mesi di carcere per avere scritto “Più piombo per Boldrini” su internet: lei esulta”

  1. Non può parlare di “confronto” chi a testa bassa persegue la propria ideologia e realizza i propri scopi con mezzi pubblici, quindi pagati da chi quella ideologia la repelle.
    Quelli così vogliono imporre, non discutere e prova piacere nel rovinare chi reagisce a quelle che sono provocazioni continue.

Lascia un commento