Buonisti: regaliamo 500 milioni di euro al terzo mondo per farci ammazzare

Condividi!

L’ambasciatore italiano in Congo, barbaramente ammazzato dagli africani che era andato ad aiutare, presiedeva una delle tante ong umanitarie:

Attanasio, l’ambasciatore italiano in Congo amava gli africani, presidente Ong: loro l’hanno ammazzato

La sua morte dovrebbe essere da monito. L’Italia ha una elefantiaca rete di ambasciate e consolati in zone del globo dove non ci sono interessi strategici da difendere. E’ ovviamente logico avere un’ambasciata italiana in Argentina, ma in Congo? Ci sono poche centinaia di italiani residenti in tutto il Paese, quasi tutti lì per conto di imprese, che senso ha mantenere un’ambasciata con tutti i costi, come abbiamo visto anche di vite, inerenti?

Non solo. L’Italia, nel bel mezzo della catastrofe coronavirus, con migliaia di morti e milioni di disoccupati, con milioni di commercianti disperati, invece di distribuire questi soldi agli italiani, li invia ai cosiddetti ‘paesi poveri’. Che poi significa darli alle Ong che poi li distribuiscono tenendosi la percentuale. Tutti soldi che non fanno che aumentare il numero di clandestini sui barconi.

https://www.facebook.com/andreadelmastrofdi/videos/511246819540148/

Abbiamo pensionati alla fame che non sanno come fare la spesa. Loro destinano 500 milioni alla ‘cooperazione’. Che poi è quella portata avanti dall’ambasciatore in Congo, fino alla fine.

Governo regala 500milioni di euro a Ong e Paesi stranieri mentre in Italia si muore

Ovviamente, da Mattarella svegliato dal letargo le solite parole vuote: “Sgomento per vile attacco”. Ma è tutto il sistema Italia che è sballato. E’ tutto da rifare.




6 pensieri su “Buonisti: regaliamo 500 milioni di euro al terzo mondo per farci ammazzare”

  1. Vox perché non avete mai parlato dell’imprenditore Davide Pecorelli ormai scomparso da inizio Gennaio in Albania, e probabilmente bruciato vivo. Strano che solo voi non ne avete parlato.

Lascia un commento