Attanasio, l’ambasciatore italiano in Congo amava gli africani ed era presidente Ong: loro l’hanno ammazzato

Condividi!

Gli avevano consegnato il Premio Nassirya per la Pace 2020 organizzato dall’associazione Elaia nel corso di una cerimonia a Licusati, una frazione del comune di Camerota in provincia di Salerno con qeusta motivazione: “Per il suo impegno volto alla salvaguardia della pace tra i popoli e per aver contribuito alla realizzazione di importanti progetti umanitari distinguendosi per l’altruismo, la dedizione e lo spirito di servizio a sostegno delle persone in difficoltà”.

Luca Aattanasio, 43 anni, sposato e con tre figli, nato a Saronno (Varese) il 23 maggio 1977 e cresciuto a Limbiate, il giovane ambasciatore italiano ucciso oggi in Congo assieme ad un carabiniere nel corso di un attacco, è uno degli ambasciatori più giovani del nostro Paese. Attanasio stava portando avanti anche diversi progetti umanitari.

In occasione della cerimonia di premiazione a Licusati era stata premiata anche la moglie Zakia Seddiki, fondatrice e presidente dell’associazione umanitaria “Mama Sofia” in Congo di cui l’ambasciatore era presidente onorario.

Quando nell’ottobre scorso lo premiarono, l’ambasciatore ebbe a dire: “In Congo ci sono ancora tanti problemi da risolvere. Il compito dell’ambasciata è quello di stare vicino ai nostri connazionali ma anche contribuire al raggiungimento della pace”.

Eterna.

Un altro buonista che purtroppo viene ucciso da coloro che voleva aiutare. Quando impareranno?




13 pensieri su “Attanasio, l’ambasciatore italiano in Congo amava gli africani ed era presidente Ong: loro l’hanno ammazzato”

  1. Questo teneva la moglie negra..mOroccO….. cosaltro vuole?, venisse in italia a rimboccarsi le maniche per aiutare i poveri italiani, l’accoglione, ha ricevuto il suo giusto riconoscimento….: con le bestie non si tratta, ed i negri sono bestie come i nostri mafiosi

      1. 🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯🤯e io che ritenevo martellante la propaganda comunista…
        Persino zingaretti, la bonino, la boldra, renzi, mattarella, fico, il tuo ciampolillo…ti direbbero BASTAAAAAAAAAA!!!

          1. ma cosa vuoi che ne sappia un leghista o un melone del mondo?

            quelli sono degl ignorantoni, peggio dei negri che arrivano sui barconi.

            Andreotti sghignazzava
            perche sapeva che se diceva al un leghista
            che Lega e PD sono la stessa cosa,
            lo prendevano per pazzo

    1. si chiamano utili idioti, termine coniato da Lenin, un ebreo comunista….l idealismo senza regole genetiche e nazionali produce molti miserabili come questo , uno strazio che sia morto un carabiniere per le sue fregole umanitarie. per i nostri missionari morti durante decenni nessun funerale di stato` festicciola? can can pubblicitario? questi borghesi maestrini crepano ma fanno anche crepare i figli del nostro popolo, crepassero dassoli almeno

Lascia un commento