Brumotti pestato da spacciatori africani a Brescia: “È l’aggressione più violenta che abbia mai subito”

Condividi!

Non è nuovo a questo tipo di disavventure ma sabato mattina a Brescia, in via Rizzo, Vittorio Brumotti e due operatori di Striscia la notizia se la sono vista particolarmente brutta: aggrediti da tre spacciatori con pugni, calci e sputi durante le riprese di un servizio sullo spaccio di droga.

VERIFICA LA NOTIZIA

Gli aggressori hanno danneggiato anche il furgone della troupe, due telecamere e la bici di Brumotti. L’inviato del Tg satirico di Antonio Ricci era andato a Brescia in seguito alle tante segnalazioni di cittadini esasperati perché in quella zona, frequentata anche da famiglie e bambini, gli spacciatori fanno ormai da tempo i loro traffici indisturbati, alla luce del sole. “È l’aggressione più violenta che abbia mai subito. Ho temuto il peggio, ma questo non mi scoraggia ad andare avanti nella battaglia per liberare le piazze d’Italia dalla droga”, dichiara Brumotti.

Purtroppo, quella di Brumotti è solo una coraggiosa testimonianza di quello che accade. Per liberare le piazze d’Italia serve il metodo Duterte e l’espulsione di massa di immigrati. Che sono il 99 per cento degli spacciatori.




8 pensieri su “Brumotti pestato da spacciatori africani a Brescia: “È l’aggressione più violenta che abbia mai subito””

  1. ” per liberare le piazze d’Italia dalla droga”….Occorre il metodo Duterte.Efficace e sicuro al 100%.Ma fino a che c’è il lurido Pd ed il sacco bianco non si può fare nulla.Nemmeno un killer coperto dall’omertà delle persone.Lo prenderebbero subito.

Lascia un commento