Salvini e il “Ponte sullo Stretto intitolato a Draghi”

Condividi!

Certo, riesumiamo le follie berlusconiane. Urge, invece, un ponte che colleghi gli emisferi cerebrali della politica italiana. Totalmente sconnessi dalla realtà.




11 pensieri su “Salvini e il “Ponte sullo Stretto intitolato a Draghi””

  1. ANIMALE

    povero te se un giorno i leghisti, per un qualche miracolo si trasformano in persone dotate di una intelligenza

    la pagherai molto cara
    molto

    la tua unica fortuna e’
    che questi deficenti erano, deficienti sono e cretini saranno
    per l’eternita

    1. Caronte, scusa un momento!
      Per tua stessa ammissione ti eri fatto coinvolgere dal berlusca, se sei rimasto fregato tu, a che titolo insulti chi è stato fregato dalla lega?
      Solo tu hai diritto di sbagliare?
      Premetto che personalmente non mi tocca però hai perdonato te stesso ma gli altri devono morire?
      Non ti darebbe fastidio se qualcuno passasse le giornate a insultarti xché avevi votato berlusconi?

  2. La lega e spero pure berlusconi proporranno di spendere i soldi facendo investimenti, opere, infrastrutture energivore che fanno lavorare la gente è producono reddito, hanno la maggioranza, dunque costringeranno Draghi a disattendere il programma decrescita per il quale è stato messo lì per far fallire l’Italia. Operando in questo modo il furbo Salvini scoprirà il bluff mortifero di Draghi e Mattarella, che attraverso i grillini ed il Pd bolscevico vogliono solo ridurre alla fame la borghesia consumista e capitalista. Draghi sarà umiliato dal Pd che dovrà farlo cadere e Mattarella crollerà.

  3. Costruire il Ponte sullo Stretto costituisce un inutile spreco di denaro pubblico, in cui a beneficiarne non sarebbe la collettività, ma solo ed esclusivamente ditte appaltanti e politici che creerebbero una mangiatoia. Sarebbe una cattedrale nel deserto, perché si costruirebbe un ponte moderno che collegherebbe due regioni come Sicilia e Calabria fortemente arretrate sul piano infrastrutturale. Inoltre la struttura produrrebbe danni al territorio, perché coprirebbe vaste aree abitate privandole di giorno della luce del sole.

  4. Vedo i legaioli esterrefatti (ma poi mica tanto, perché sono lì in attesa, come topastri paTani, della grana del Recovery fund…). Non vi preoccupate: il vostro leader isVaelitico è solo all’inizio delle genuflessioni e dei leccamenti nei confronti di DVaghi e della tVoika euVopea. Quanto al koshermafioso di Arcore, se la ride soddisfatto… lui lo sapeva da sempre quale fosse la pasta marcia del suo allievo Kippahfindus.

  5. Al sud hanno spesso costruito aeroporti collegati solamente da strade interpoderali.
    In barba ad infrastrutture necessarie come autostrade e l’ammodernamento della rete ferroviaria, le quali andavano realizzate almeno mezzo secolo fa, cosa volete che sia un ponte su uno stretto?

Lascia un commento