DECRETO APRE I PORTI, PARTE L’INVASIONE: SI IMBARCANO TREMILA CLANDESTINI – DITELO A SALVINI

Condividi!

Il silenzio di Salvini e della ‘Bestia’, ora totalmente addomesticata al ‘drago’ è moralmente indecente. E politicamente suicida.

Le navi delle ong straniere si danno il cambio lungo le coste libiche. Generando migliaia di partenze in complicità con gli scafisti a cui annunciano il loro arrivo via social.

La flotta delle Ong è in pieno movimento:

Flotta Ong assalta l’Italia dopo decreto che apre i porti italiani a navi straniere

Alcune restano bloccate da provvedimenti restrittivi oppure sono nei cantieri navali per manutenzione. Mare Jonio, Josefa ed Eleonore sono ai lavori. Alan Kurdi e Sea Watch 4 sono sotto sequestro. In attività Sea Watch 3, Ocean Vikings, Open Arms con approdo a Porto Empedocle e Aita Mari, destinazione Siracusa.

A dare il via all’invasione, il provvedimento del governo uscente:

Il ministro PD ha approvato apertura porti alle ONG per decreto prima dimissioni: sbarco automatico sempre in Italia!

L’ex ministro del PD al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, prima del passaggio di testimone con il nuovo governo, ha approvato in segreto per decreto ministeriale l’apertura dei porti italiani alle ong, di fatto consentendo che ovunque si trovino, gli scafisti umanitari possano poi sbarcare in Italia il carico prelevato ovunque nel Mediterraneo.

Non dovete essere fedeli ad un politico. Dovete essere fedeli all’idea. E’ tutta qui la differenza tra politica e Politica.




9 pensieri su “DECRETO APRE I PORTI, PARTE L’INVASIONE: SI IMBARCANO TREMILA CLANDESTINI – DITELO A SALVINI”

Lascia un commento