Covid Sardegna, variante inglese “portata da militare” di ritorno dal Libano

Condividi!

L’Ats ha avviato i protocolli rafforzati e avviato i tracciamenti a tappeto per i primi casi di variante inglese in Sardegna. Secondo la ricostruzione dell’Azienda per la tutela della Salute, “nei giorni scorsi è risultato positivo all’esame molecolare un militare rientrato dal Libano il 31 gennaio”. Delle persone con cui è entrato in contatto, 16 sono risultate positive nel Comune di Bono, nel Nuorese. “Il Dipartimento di Prevenzione del Nord di ATS Sardegna, con il personale del Servizio di Igiene e sanità Pubblica del Distretto di Ozieri e del Presidio di Ozieri, in collaborazione con le Usca – ha spiegato il commissario di Ats Massimo Temussi – hanno subito applicato un protocollo rafforzato di controlli sul cluster identificato a Bono con tracciamenti a tappeto, che hanno portato all’identificazione e all’isolamento dei primi casi”.

Pazzesco. Abbiamo migliaia di soldati in Libano a fare da guardia al confine israeliano mentre da noi sbarca chiunque. E poi tornano con la ‘variante’. Vi pare normale?




2 pensieri su “Covid Sardegna, variante inglese “portata da militare” di ritorno dal Libano”

Lascia un commento