Infermiera muore pochi giorni dopo il vaccino, ospedale: “Un caso”

Condividi!

L’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar esclude qualsiasi correlazione tra il decesso di una propria dipendente, una infermiera 55enne, e il vaccino a cui la donna si era sottoposta. “In merito al decesso della nostra dipendente – scrive la direzione del nosocomio veronese – ad oggi non esiste nessun elemento che possa correlare la morte alla somministrazione del vaccino.

A stabilire la causa del decesso sarà l’autopsia”. L’ospedale ribadisce la totale infondatezza delle accuse lanciate sui social da gruppi No-vax per la morte della donna 55 anni, avvenuta improvvisamente alcuni giorni dopo essersi sottoposta alla vaccinazione anti-Covid.




13 pensieri su “Infermiera muore pochi giorni dopo il vaccino, ospedale: “Un caso””

  1. Bene!! 😀😀😀 Colpirne una per educarne 100, così I suoi colleghi la smetteranno di postare le loro foto coi visi stremati mostrando o swgnacci delle mascherine. Potevate stare a casa ad allevare i figli, invece di lavorare fuori per far partorire gli invasori.

  2. Chi racconta frottole dovrebbe avere un’intelligenza media, in modo da imbastirle in modo che esse siano credibili.
    Viene da se che non puoi sostenere che il vaccino non c’entra se i risultati dell’autopsia non si conoscono.

  3. ma quando nelle RSA stanno morendo tutti dopo le vaccinazioni, come farranno questi a non trovare nessun nesso tra vaccini e morti

    Gli ultimi sono i 78 ospiti di una casa di cura nella città spagnola di Lagartera sono stati contagiati dal coronavirus dopo essere stati vaccinati con il preparato Pfizer, sette di loro sono morti,

    Ma poi ci lamentiamo della stupidita dei leghisti,
    ma guardate che qui i medici, stanno messi ancora peggio dei leghisti

  4. Per essere entrato recentemente in contatto con il sistema sanitario dedicato a questa cagata mi sento di testimoniare che a livello “pratico” dalle mie parti si va molto bene, mentre a livello “teorico” siamo messi malissimo. Quelle che fanno i “tamponi” sono delle campionesse mentre quelli che stanno negli uffici sono delle “deiezioni politiche” totalmente incompetenti. Se a questo aggiungete la facilità di appiattirsi sul “pensiero unico” della propaganda e il fatto che questa “malattia” sia fondamentalmente ridicola la domanda finale sarebbe “ma perchè ci confinano in casa per una roba che è meno grave dell’influenza del 99/00? E perchè devo farmi per forza sta puntura, che non è obbligatoria per lo stato ma è obbligatoria per tutte le multinazionali di merda?”

    1. comunque questa storia che il covid e’ meno grave di una influenza e’ una bufala degli scienziati in cerca di gloria e soldi.

      Io ho amici che hanno preso il covid, e non avevano fatto vaccini e trattamenti sanitari. Erano di quelli che ormai non credevano piu al virus e pertanto si sono esposti al contagio,

      Poi hanno preso il covid,
      uno e’ morto stroncato da infarto (ma aveva gia dei problemi al cuore)
      l’altra si e’ passata una decina di giorni in cui e’ stata malissimo e pensava che stava per morire
      ed ha riportato problemi al sangue ed al cuore, anche quando si e’ ripresa.
      Poi ho anche un parente morto in 13 giorni.

      Quindi quando trovate questi scienziati leghisti, prendeteli a schiaffi
      perche con le loro cretinate inducono a credere cose che non sono vere ed ad esporsi al contagio.

      1. Guarda, mia moglie manco lo ha preso e io e le mie figlie siamo tutti “positivi” perchè lo abbiamo preso dalla scuola elementare: ho perso gusto e olfatto e sono il più “grave” del lotto. A capodanno 2000 avevo 40 di febbre e avevo perso gusto e olfatto anche peggio di ora.
        Niente “scienza”, ma una semplice considerazione. Quanti “milioni” di italiani erano a letto con l’influenza nel 2019? Quest’anno più nessuno?

        1. conosco anche un amico, che ha avuto solo perdita del gusto e dell’olfatto e nient’altro

          ma quella donna che ho detto sopra
          e’ stata malissimo
          non e’ andata in ospedale
          e’ stata a casa
          la sua figlia e la sua nipotina, hanno dormito con lei
          e non hanno avuto assolutamente nulla
          neanche una linea di febbre.
          Nulla di nulla.

          Quindi dipende anche dalla persona
          ma quando il virus trova la persona giusta, la amazza.

          Le persone che hanno problemi al cuore, vengono stroncate da un momento all’altro, senza neanche capire che hanno il covid. E ne hanno trovate tante collassate per strada, sulle panchine, negli aereoporti

          1. Ok. Concordo che bisogni riguardarsi un minimo, ma di certo non è peste bubbonica. Se hai problemi pregressi o latenti anche la “normale” influenza è pericolosa e certo non sono andato ad alitare su mia madre per attaccargliela. Però non mi sembra il caso di morire di fame o precipitare in una dittatura sanitaria perchè non sento i gusti.

          2. non ho capito se adesso hai la sintomatologia covid.
            nel caso la avessi, ti conviene procurarti la lattoferrina il prima possibile, insieme a vit C, D, zinco
            e se dovessi peggiorare contatta i medici del SIOOT nella tua regione,
            con l’ozono recuperano anche i casi gravi al 3 stadio.

          3. infatti, la vera questione non e’ che il covid non esiste,
            Esso esiste e quando trova le persone giuste le ammazza, anche in solo 13 giorni.

            La vera questione e’ che non vogliono le terapie, con le quali si possono recuperare anche le persone che arrivano al 3^ o al 4^ stadio,
            tipo il plasma o l’ozono
            e che quindi annullano ogni problema

Lascia un commento