ANPI VERGOGNA: “INQUIETANTE PARAGONARE LE FOIBE AD AUSCHWITZ”

Condividi!

Vogliono il monopolio del vittimismo perché alla cosiddetta sinistra non interessano i morti ebrei, interessa strumentalizzare quanto accaduto. E se relativizzi, il monopolio non c’è più.

Organizzazione ormai fuori dal tempo che andava messa fuorilegge quando faceva danni. Oggi fa solo pena. I partigiani rossi hanno svenduto l’Italia a Tito e Stalin.




8 pensieri su “ANPI VERGOGNA: “INQUIETANTE PARAGONARE LE FOIBE AD AUSCHWITZ””

  1. i partigiani , lo sterco sparso a macchie durante le seconda guerra mondiale , quelli che scendevano dai monti , uccidevano tedeschi sulla pelle di 10 italiani per ogni tedesco , un’ anomalia fatta passare nella storia come normalità

    1. Lo facevano apposta per far accrescere il risentimento delle popolazioni verso il fascismo, e in un secondo momento ottenere consenso. I partigiani comunisti erano gli unici che facevano attentati ai militari tedeschi, mentre quelli di altri partiti, colpivano le infrastrutture proprio per evitare che potevano andarci di mezzo i civili.

    1. Altro aspetto inquietante è che facciano ancora del negazionismo, nonostante sono ormai 20 anni che i crimini delle foibe sono diventati dominio pubblico dopo 50 anni di segreti imposti dallo Stato.

Lascia un commento