Strage piazza San Carlo (gang di immigrati) condannata sindaco Appendino per ‘disastro colposo’

Condividi!

Il sindaco di Torino, Chiara Appendino, condannato a un anno e sei mesi con sospensione condizionale della pena nel processo per i fatti accaduti il 3 giugno 2017 in piazza San Carlo durante la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. Accusata di disastro, omicidio e lesioni colpose per lei la procura aveva chiesto un anno e 8 mesi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Con la Appendino sono stati condannati sempre a un anno e sei mesi il suo ex capo di gabinetto, Paolo Giordana, l’allora questore Angelo Sanna, l’ex presidente di Turismo Torino, l’agenzia che prese in carico la creazione dell’evento, Maurizio Montagnese, ed Enrico Bertoletti, professionista che si occupò di parte della progettazione.

Anche per Sanna, come per Appendino, l’accusa aveva chiesto una condanna a un anno e 8 mesi, due anni per Giordana, un anno e sette mesi per Montagnese e 3 anni e sei mesi per Bertoletti.

Ma se lei viene condannata ad 1 anno e 6 mesi, a quanti dovrebbe essere condannato Conte per la strage di quasi centomila italiani ‘grazie’ alla sua folle politica anti-Covid delle case chiuse e frontiere aperte? E la Boldrini per tutti i crimini degli immigrati?




5 pensieri su “Strage piazza San Carlo (gang di immigrati) condannata sindaco Appendino per ‘disastro colposo’”

  1. Per conte lamorgese boldrini scrofanova e tutti i traditori che portano avanti lo sterminio degli italiani, non esiste pena carceraria adeguata.
    Qualsiasi tortura medioevale è appena sufficiente.

Lascia un commento