Soldati arcobaleno: Biden apre l’esercito ai transessuali

Condividi!

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, si prepara a firmare un decreto esecutivo per revocare il divieto di arruolamento dei transessuali nelle Forze armate Usa, sancito dal suo predecessore Donald Trump.

Come per molte delle altre iniziative adottate nei primi giorni dell’amministrazione Biden – inclusa la moratoria di 100 giorni all’esecuzione di tutti i provvedimenti di espulsione di immigrati irregolari, inclusi i soggetti condannati per reati penali – quello del nuovo presidente intende essere un “segnale di equità rivolto alle comunità di colore e alle comunità svantaggiate”, come afferma una nota del capo del personale della Casa Bianca, Ron Klain.

Non dura. L’America profonda si rivolterà. L’assalto al Congresso lo guideranno stavolta i militari, non apriranno semplicemente le porte.




4 pensieri su “Soldati arcobaleno: Biden apre l’esercito ai transessuali”

  1. Sarà un massacro, farli entrare nell’esercito significa che non faranno vita, Trump vietandogli l’ingresso in un certo senso li ha protetti, se saranno così scemi da arruolarsi poveri loro!Ve l’immaginate un trans che entra in una camerata di marines?

  2. IO SONO D ACCORDO , feci il militare a Tricesimo nella caserma di reana del roiale, a 12 km dal confine, soloveno li dentro c’era la fecci adell’esercito italiano, erano tutti scemi o ROMPIGOGLIONI COME ME, , capii che eravamo carne da macello, del tipo, appena scoppia una guerra mandateci i matti ed i rompi coglioni o si difendono o muiono in ogni caso, si risolvera’ uno dei due problemi, mandare i froci al fronte significa togliersene qualcuno dai coglioni, abbravo a BBidennE

    1. Il problema è che un esercito di travestiti viene sterminato già anche virtualmente, figurarsi al fronte sul serio…
      La verità è che stemmerde di Bidè e la sua cricca (incluso Soros) dovrebbero essere fucilati sul posto.

Lascia un commento