Playmobil cancella ‘indiani’ e cowboy per antirazzismo

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

[…] Apparentemente ansioso di seguire il movimento di rinominazione che caratterizza la cultura dell’annullamento , il marchio Playmobil ha ribattezzato la collezione degli indiani collezione aborigena. Come se gli unici indigeni sulla Terra fossero i popoli del Nord America. […]
Tuttavia, il cambiamento non riguarda solo il nome della collezione. Anche lo spirito si è evoluto. Esce il cacciatore con il suo bisonte, ad esempio: rappresentazione sia specista che razzista (poiché rende l’indiano colpevole di specismo, appunto). Nel complesso, la messa in scena dei giocattoli di questa serie è minimalista e fredda: le figurine appaiono sole, su uno sfondo bianco. Nessuna messa in scena spettacolare. E soprattutto, cercheremmo invano il tradizionale confronto tra cowboy e indiani. Un venditore ci spiega: “Le giovani generazioni non hanno più la cultura del western e ovviamente il brand non vuole mettere in scena scontri di natura etnica. ” Infatti, le illustrazioni di scatole e cataloghi mostrano l’attacco della banca o quello di un carro da parte di “banditi” . Un’idea che sa di progressismo intersezionale, il cofanetto Trois Cow-boys contiene… una donna; e peccato per il significato della parola “ragazzo” : in fondo, “awomen” ! Si cercherà invano l’attacco del treno o la diligenza degli indios: non si tratta di suggerire l’idea ai bambini. I cowboy combattono tra loro e gli indiani… non litigano. […]




13 pensieri su “Playmobil cancella ‘indiani’ e cowboy per antirazzismo”

  1. Per inciso, spero che le “nuove generazioni” lascino sugli scaffali questa collezione per “razzismo ludico”: ma anche le altre collezioni, fino a farli fallire (m’è sempre stato sul cazzo sto pupazzo del cazzo).

  2. Aborigeni saremmo anche noi bianchi qui in Europa. Ma ovviamente per il totalitarismo liberalprogressista siamo gli unici che dobbiamo estinguerci e farci sostituire da altre popolazioni, in particolare da quelle negroidi.

  3. Leggo ora che chi li produce si adegua volentieri, allora potrebbe produrre due froci, uno passivo e l’altro infuoiato, due lesbiche grasse e laide coi classici capelli alla maschietta. La serie trasformer: un impiegato di banca che diventa drag queen alla bisogna. Tanto il futuro è questo, meglio che si abituino subito.

    1. La playmobil in passato ha fatto grandi cose e a mio figlio ho preso 2 galeoni vintage, l’isola col faro, il castello…tutti anni 70-80, di recente i ghostbusters(bellissimi) e ritorno al futuro.Queste virate gli si gireranno in culo!!!

      1. InfUoiato è un mix tra infoiato e infuocato. Noi psicopatici amiamo i neologismi, nei volumi ci hanno dedicato interi capitoli. Controlla. Vedrai!
        Altrove ho scritto di proposito (più volte nel tempo) “sopracitato” con una sola c lo preferisco, è più smart. Le mie virgole sono anarchiche e l’epurazione degli apostrofi imminente.

          1. Eh! Personaggi curiosi quelli della sua cricca! Di Marinetti non condivido l’insofferenza per gli aggettivi (di tutti i tipi😄) che danno colore.

Lascia un commento