Milano, immigrati si giocano lo ‘stipendio da profugo’ in bische clandestine

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

A Milano, la consigliera comunale ed europarlamentare della Lega, Silvia Sardone, ha denunciato con tanto di prove fotografiche, il “gioco illegale” che in piena zona rossa avveniva in Piazza IV Novembre, dove molti immigrati giocavano lanciando i dadi sul marciapiede e si passavano i soldi che tenevano tra le dita, creando una vera e propria bisca clandestina. La consigliera ha poi spiegato: “In piazza IV Novembre sembra di essere al casinò di Montecarlo, peccato che qui sia tutto illegale: i tanti immigrati che popolano l’area della stazione Centrale stanno dando vita a una bisca clandestina, giocano a dadi e puntano soldi. Finisce nel gioco d’azzardo il pocket money?” E menomale che siamo in zona rossa, o le regole valgono solo per gli italiani? Il Comune batta un colpo anziché rimanere sempre inerte di fronte all’illegalità degli extracomunitari. Ci sono negozi che stanno fallendo, milanesi che hanno perso il lavoro causa COVID-19 e poi alla luce del sole devono assistere a queste scene?”




2 pensieri su “Milano, immigrati si giocano lo ‘stipendio da profugo’ in bische clandestine”

  1. vi dovreste chiedere come mai di queste notizie non ne parla nessuna TV, radio e giornale

    Ma finche un leghista capisca dove sia veramente la causa di tutti problemi, servono milioni di anni, quanto bastano alla antropogenesi per il salto evolutivo da homo erectus ad homo di Cromagnon.

    Altrimenti la Meloni e Salvini, sarebbero costretti con calci nel culo a denunciare la vera causa di tutti i problemi, ovvero il sistema mediatico.
    Ed a radunare qualche milione di persone sotto le sedi Rai per riappropriarsene
    affinche il giornalismo ritorni alla sua vera funzione, ovvero informare il popolo, anzicche disinformare.

Lascia un commento