Migrante arrestato: “Da Italia non me ne vado: è tutto gratis”

Condividi!

Il vero problema dell’Italia sono i buonisti. E’ a causa loro che i criminali si sentono a casa. E non se ne vogliono più andare.

Il migrante, un africano 29enne, era stato arrestato dalla polizia di Stato in un bar dove stava infastidendo i clienti e prendendo a calci i tavoli. Bloccato non senza fatica, era stato ammanettato e, dopo essere arrestato, dai riscontri era emerso che era stato espulso dall’Italia (per finta) e già noto alle forze dell’ordine per svariati reati come danneggiamento aggravato, lesioni personali aggravate, furto aggravato e porto di oggetti atti ad offendere.

Come il caso del marocchino, anni fa dichiarato in arresto e portato in Questura, dove aveva continuato a dare in escandescenze prendendo a pugni qualsiasi cosa, tra cui un computer.

VERIFICA LA NOTIZIA
Clandestino:
Comparso davanti al giudice la mattina seguente, aveva dichiarato di appartenere all’Isis e di essere venuto in Italia per mettere le bombe.

Non contento, aveva poi aggiunto che anche se fosse stato espulso lui sarebbe rimasto nel nostro Paese perchè, spiegò, qui “è tutto gratis”.

Il giudice lo aveva condannato a 2 anni e 2 mesi di reclusione disponendo, allo stesso tempo, la sorveglianza speciale in carcere.

L’anno scorso è uscito. Dopo due anni di mantenimento gratuito. Bisognerebbe presentare alle ambasciate dei Paesi di cui i detenuti sono cittadini l’alternativa categorica: o fare scontare la pena dei vostri cittadini nelle vostre carceri o pagate il conto.




5 pensieri su “Migrante arrestato: “Da Italia non me ne vado: è tutto gratis””

  1. Leggere certi articoli induce a due stati di animo alternativi uno all’altro:
    1) depressione e senso di impotenza;
    2) voglia di prendere un ……, non per ………. all’extracomunitario di turno ma ai legislatori italiani che non sono in grado di liberarci da questa infezione esiziale che sta disarticolando il telaio strutturale della nostra società.
    Abbiamo da un lato traditori che legiferano e dall’altro una Magistratura che anche laddove la legge è severa ed inequivoca riesce sempre a trovare il modo per disapplicare la norma a favore del delinquente (straniero e non) e a detrimento della collettività.

      1. Non mollate, che fate il gioco di queste carogne. Qua l’unica sarebbe davvero l’opizione B. Questi la smettono solo morti. Poc’anzi hanno pure confessato che stanno inciuciando e che lo stanno facendo per evitare il voto, senò sale la dx. Sono carogne da forca.

Lascia un commento