TOGA ROSSA SPALANCA LE FRONTIERE ITALIANE: VIETATO OGNI RESPINGIMENTO, E’ ASSALTO ALLA FRONTIERA

Condividi!

Il prossimo governo sovranista deve ‘riformare’ la magistratura.

L’assessore regionale alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti, intervenuto ai nostri microfoni in merito alla sentenza del Tribunale di Roma che condanna le riammissioni ‘informali’ dei migranti in Slovenia come violazioni alla Costituzione e alla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea, si è detto “basito da come ci si sta muovendo in questa situazione. Questa è una notizia che ci ha spiazzato fortemente – spiega Roberti – Il messaggio che stiamo lanciando è che non c’è alcuna difesa che lo Stato può attuare a difesa del proprio territorio. Com’è possibile che l’Italia sia l’unico paese europeo che non può far nulla? Non si capisce per quale motivo alla frontiera francese, austriaca possono rispedire indietro i migranti clandestini mentre noi non possiamo farlo con la Slovenia”, si chiede Roberti che prosegue “Ad oggi questa decisione comporta che la polizia, non appena vedrà arrivare il gruppo di migranti potrà fargli solo da servizio taxi verso la Questura. Il messaggio che arriva a tutti i trafficanti che gestiscono questi flussi è di accomodarsi. A questo punto non ha alcun senso che le nostre forze dell’ordine rimangano sul confine. Al momento solo le alte temperature ci salvano da un rischio invasione”. La speranza di Roberti è che “Roma smetta di pensare alle poltrone e alla crisi di governo e agisca in qualche modo per superare questa prima sentenza e trovare una soluzione definitiva. Ma soprattutto mi auguro che la politica si stringa intorno alle nostre forze dell’ordine che non meritano questo trattamento che, a mio dire, ha una finalità lievemente politica”, ha concluso Roberti.

Ora preparatevi all’assalto dopo gli oltre quattromila intercettati lo scorso anno delle decine di migliaia che sono in attesa.




3 pensieri su “TOGA ROSSA SPALANCA LE FRONTIERE ITALIANE: VIETATO OGNI RESPINGIMENTO, E’ ASSALTO ALLA FRONTIERA”

  1. La magistratura che non rispetta la separazione dei poteri dello Stato, ma li prevarica…. E la politica che si sottomette e si approna docile ed ubbidiente…
    W l’Italia democratica e costituzionale !!

Lascia un commento