Lombardia zona rossa, Rt cambia e regione tornerà arancione: scambio di accuse tra Regione e Governo

Condividi!

La stima dell’indice Rt della Lombardia
è stata cambiata perché la Regione ha
modificato i dati inviati all’Iss sul
numero dei pazienti sintomatici.

Lo afferma l’Istituto Superiore di Sa-
nità in una nota.

“L’Istituto Superiore di Sanità è un
organo tecnico scientifico che lavora
con i dati inviati dalle Regioni e Pro-
vince autonome e ripetutamente validati
dalle stesse – dice nella nota l’Iss -.

“Nessuna richiesta di rettifica, ma un necessario aggiornamento di un ‘campo del tracciato’, tracciato che quotidianamente viene inviato all’Istituto Superiore di Sanità”, scrive in una Nota Regione Lombardia, rispondendo all’Iss, a proposito della controversa questione del calcolo dell’Rt che ha determinato la zona rossa.

“Azione, condivisa con l’Istituto Superiore di Sanità – prosegue la nota – resasi necessaria a fronte di un’anomalia dell’algoritmo utilizzato dall’Iss per l’estrazione dei dati per il calcolo dell’Rt, segnalata dagli uffici dell’assessorato al Welfare della Regione e condivisa con Roma”.




2 pensieri su “Lombardia zona rossa, Rt cambia e regione tornerà arancione: scambio di accuse tra Regione e Governo”

  1. Fontana è un pirla totale. E lo dico da destroide leghistoide.
    Cosa cazzo gli costa a mettere la regione così:
    – zona bianca in tutti i comuni poco compromessi e senza spese
    – zona gialla nei comuni con spese con zona rosso magenta nei sprar.
    – zona rossa permanente al Giambellino, San Siro, qt8.
    – zona arancio a Milano, Monza Bergamo, Brescia ( con zona rosso magenta al Carmine ) e mantova

Lascia un commento