Giornalista RAI inventa morte “bambini migranti” per impietosire e scaricarli in Italia

Condividi!

Indecente. Fanno di tutto per convincervi che l’orda islamica che preme alla frontiera orientale, composta quasi esclusivamente da giovani maschi pakistani e afghani, sia in realtà una scolaresca. Arrivano a postare foto di bambini morti due anni fa in Libano. Questa lavora per RaiNews e Televideo. Il che spiega le notizie che lì si leggono:




10 pensieri su “Giornalista RAI inventa morte “bambini migranti” per impietosire e scaricarli in Italia”

  1. Arrestate i genitori perche’ hanno causato la loro morte e denunciate la marina militare italiana che non multa sta gente che si mette jn mare senza DPI, causando rischi per coloro che da idioti si sentono obbligati nell andare a caricarli

  2. A prescindere dalla veridicità della notizia, come ho detto molto tempo fa, se tutte le tartarughine una volta schiuse le uova arrivassero al mare, purtroppo saremmo sommersi da questi simpatici rettili. Non sono io a sostenerlo (specifica per tutti gli igg😄) ma le leggi naturali della selezione. La folle giornalista vuol saperne più di Madre Natura? Arroganza+ stupidità un mix letale per l’umanità e presto vedremo i risultati.

  3. Anche se la notizia fosse vera, non mi impietosirebbe affatto. Più ne affondano di africani in mare, e meglio è. Poi se sono adulti o meno, me ne fotto. L’importante è che non riescano a toccare terra. Come ha giustamente scritto lorenzoblu, la colpa è eventualmente dei genitori. Nessuno ha il diritto di invadere e occupare la terra altrui.

Lascia un commento