Escort, Boldrini non condanna del tutto Friedman: “Inciampato sulla lingua..”

Condividi!

Eppure noi difendiamo anche il diritto di Friedman a dire certe sciocchezze. Poi sarà semmai Trump a denunciarlo per diffamazione. Certo, se Salvini avesse definito ‘escort’ l’ex ‘segretaria particolare’ di Berlusconi ora passata di mano, chissà le sceneggiate.

E, comunque, come sempre, la cosiddetta ‘destra’ sembra non comprendere che usare il linguaggio progressista, urlando al ‘sessismo’ e alla ‘misoginia’, è già avere perso la battaglia culturale. Friedman è volgare e un gran maleducato, non è ‘sessista’.




19 pensieri su “Escort, Boldrini non condanna del tutto Friedman: “Inciampato sulla lingua..””

  1. “Scieneggiate” 😖😖… dai Vox, un po’ di impegno sull’italiano, abbiamo già Caronte che lo storpia quotidianamente. E pensare che usa un software che fa 40 milioni di correzioni al secondo! Ma all’ignoranza e all’incompetenza noi rispondiamo con un fiore 🌼 (tipo Conad) per la rinascita.😂😂

    1. ma tu sei venuto dalla Cina a fare il maestrino di scuola elementare in Italia?

      sappi pero, che io i maestri Zen me li mangio la mattina a colazione
      e di quegli intellettualoidi sinistrorsi lobotomizzati,
      che pensano di essere eruditi
      perche sanno scrivere Scieneggiate, con o senza i,
      mi fanno tenerezza ed ilarita

    1. allora Steel
      visto che tu c’e l’hai d’acciao come i leghisti
      ti do dei suggerimenti

      io sono
      un leccaculo della sinistra
      un grullo
      un impiegato pubblico

      tanto qui sembrate fatti con lo stampino
      e vi viene data liberta di parola e di voto
      come se foste delle persone.

      Solo Zaia potra salvarci!!!

      1. Carò, o come cazzo ti chiami: dilla la verità: sei uno di noi che fa il buontempone eh? Dai ammettilo: non si può essere così stronzi sul serio. Anche la natura puttana ha i suoi limiti.

  2. Beh, si sa come funziona. Le pu***ne di destra possono essere definite tali, quelle di sinistra invece no, altrimenti è sessismo.

    Mi ricorda un po’ quello che accadde in Europa e in Italia alla fine della seconda guerra mondiale. Le donne che servirono i Tedeschi e ci andarono a letto, furono trattate da pu***ne traditrici e messe alla gogna pubblica, con tanto di sputi e capelli rasati a zero. Se non addirittura impiccate. Quelle che invece aprirono le gambe agli Alleati furono tollerate. Pensiamo alle napoletane che nel ’43 si concessero ai soldati ne(g)ri USA in cambio di cibo, e a cui fece seguito la “tammurriata nera”. Che i sedicenti storici definiscono “storie d’amore”. In realtà fu prostituzione a tutti gli effetti.

    E non sapete come sono trattati i figli della guerra di Francia e Norvegia nati da donne locali e soldati tedeschi. Figli di pu***na come minimo. Però i meticci nati da donne europee e soldati afroamericani, non hanno alcun epiteto particolare.

Lascia un commento