Calci, pugni, testate, morsi e sputi in faccia ai poliziotti: “A me non serve mascherina”

Condividi!

L’hanno fermato perché camminava in centro a Cremona senza indossare la mascherina, ma il controllo degli agenti di polizia l’hanno indispettito a tal punto da avere una reazione sconsiderata, colpendo i poliziotti con calci, pugni e testate. Un immigrato di 24 anni, del Gambia, è stato quindi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

VERIFICA LA NOTIZIA

Gli agenti, accostata l’automobile, sono scesi per controllarlo chiedendogli i documenti. Ma l’africano, prima ha cercato di fuggire e poi, dopo essere stato rincorso e bloccato, ha cominciato a scagliare calci e pugni in direzione degli agenti. Ad uno ha pure tentato di strappare via la pistola. I poliziotti sono riusciti ad immobilizzarlo a terra con l’ausilio dello spray al peperoncino, come le vecchine.

Infatti, l’africano ha nuovamente reagito, prendendo a testate gli agenti e sputando loro in faccia. Poi, non contento, ha cercato anche di morderli.

Solo l’intervento di altri colleghi della polizia locale, subito allarmati, ha permesso ai poliziotti di bloccare definitivamente l’aggressore e mettergli le manette ai polsi. Grave il bollettino dell’accaduto: un agente è stato soccorso dal 118 e trasportato in pronto soccorso a causa di un trauma cranico facciale con la frattura delle ossa nasali, mentre gli altri se la sono cavata con qualche lieve contusione. Il giovane è stato processato nella mattinata di oggi, giovedì 21 gennaio, per direttissima. Nell’udienza, svoltasi da remoto, il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto che dunque resterà in carcere fino all’udienza, aggiornata in virtù della richiesta del difensore dei termini a difesa.




12 pensieri su “Calci, pugni, testate, morsi e sputi in faccia ai poliziotti: “A me non serve mascherina””

  1. A parte il discorso mascherina, queste sono mine vaganti che nel 90% dei casi non tollerano essere controllate, identificate o perquisite, e che quindi necessitano di un trattamento appropriato alla loro indole selvatica.
    💣💣💣💣💣💣💣💣💣💣

    1. Guarda per me i ne(g)ri sono la peggior feccia. Ma non nego che immigrati di razza bianca come albanesi e rumeni delinquono assai. E non me ne frega un ca**o se sono bianchi, o quantomeno europoidi, perché se delinquono vanno rispediti dritti a calci nel culo nei loro paesi d’origine, alla stessa maniera dei magreba e dei ne(g)ri.

      Invece a sinistra fanno negazionismo sui crimini commessi dagli stranieri, ma perlopiù se sono extraeuropei. Con quelli di ceppo europeo non sono coccolosi come con i ne(g)ri. È evidente che l’immigrazione da loro prediletta è quella afroislamica.

  2. Non si capisce bene perché sentirsi obbligati ad ospitare gente proveniente da altri continenti.
    Bisogna essere dei masochisti per accettare problemi di questo tipo.
    In ogni caso, questa è gente che non solo dovremo mantenere a vita, ma che aggiungerà problemi ai nostri.

Lascia un commento