Senzatetto muore di freddo fuori dal Vaticano: è il decimo in tre mesi a San Pietro

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Un senzatetto è stato trovato questa mattina morto a piazza San Pietro. Si tratta di un uomo di 46 anni di origini africane che viveva nella zona e forse è morto per ipotermia o per un malore legato alle sue condizioni.
“Si chiamava Edwin, era molto riservato. Siamo molto addolorati per l’accaduto. E’ la decima persona che da novembre muore a Roma in queste circostanze”, dice all’ANSA Carlo Santoro, volontario della Comunità di Sant’Egidio.

Forse, sarà per questo motivo:

“Questa mattina, nell’atrio dell’Aula Paolo VI, mentre prosegue il piano di vaccinazione dello Stato della Città del Vaticano, un primo gruppo di circa 25 senza fissa dimora ospitati stabilmente dalle strutture di assistenza e residenza dell’Elemosineria Apostolica ha ricevuto la prima dose del vaccino contro il Covid-19. Altri gruppi si susseguiranno nei prossimi giorni”. Lo riferisce il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni.

Li vaccinano e poi ce li scaricano a noi, in piazza San Pietro. Dove li sfamano, a volte, ma senza farli entrare a dormire in Vaticano. Siete ipocriti da fare schifo.

Il piano di un governo sovranista: requisire le proprietà immobiliare del Vaticano in Italia e darle ai ventimila senzatetto italiani e alle famiglie italiane disagiate. I senzatetto stranieri a casa, in Africa non si muore di freddo.




4 pensieri su “Senzatetto muore di freddo fuori dal Vaticano: è il decimo in tre mesi a San Pietro”

  1. In questo caso l’articolo dice che era negro, probabilmente uno dei pochissimi ipersfigati rimasti fuori dal cerchio dell’akkoglionenza.
    Forse uno dei rari che non stuprava, spacciava, rubava.
    Quindi non serviva e l’hanno lasciato crepare.

Lascia un commento