Berlino, la sinistra vuole le ‘quote nere’: il 35% di immigrati nella pubblica amministrazione

Condividi!

Vedete, l’obiettivo della cosiddetta sinistra è sostituirci. Il piano finale è questo. Non vengono a fare i lavori che non vogliamo fare, vengono a sostituirci.

La coalizione attualmente alla guida del Senato di Berlino (composta da SPD, Die Linke e Verdi) vuole approvare entro l’autunno, ovvero prima delle elezioni politiche, una legge sull’integrazione che porti al 35% la quota di immigrati nella pubblica amministrazione. Avere alle spalle una storia di migrazione diventerà quindi un fattore positivo per i candidati alle posizioni aperte negli uffici pubblici della capitale tedesca.

VERIFICA LA NOTIZIA

Una quota di immigrati in ogni settore

Qualora la legge fosse approvata, Berlino diventerebbe il primo Land a introdurre una quota di immigrati specifica in questo settore. Il disegno di legge è improntato al criterio di rappresentatività, dal momento che Berlino è oggi una delle città più multiculturali della Germania, con una percentuale di immigrati pari appunto al 35% dell’intera popolazione.

Ai fini della nuova legge, con il termine “immigrato” si intendono non solo le prime generazioni, ma anche i nati in Germania che abbiano almeno un genitore nato con una cittadinanza diversa da quella tedesca, nonché tutti coloro ai quali venga attribuito un background migratorio o che subiscano discriminazioni su base etnica, religiosa o linguistica.




3 pensieri su “Berlino, la sinistra vuole le ‘quote nere’: il 35% di immigrati nella pubblica amministrazione”

  1. Ma per loro l’integrazione non consiste nell’antifona all’assimilazione, bensì alla sostituzione della popolazione autoctona. A parte che una popolazione straniera per essere integrabile e successivamente assimilabile, non deve essere superiore al 3% del totale. Superata tale soglia è caos e sostituzione etnica. Che poi l’assimilabilità non dipende solo dalla quantità, ma soprattutto dalla qualità. È chiaro che un immigrato di razza bianca e religione cristiana è sempre più assimilabile di un ne(g)ro o di un arabo-islamico.

  2. I tedeschi stanno messi malissimo, speriamo che accolgano sti analfabeti di negri dentro la loro amministrazione, andranno al fallimento e torneranno all’ eta’ dei dinosauri…. meglio per noi… qua i negri trombano zoccole comuniste, o spacciano droga per i figli froci e debosciati di sinistra, o raccolgono pomodori, ma qua il signorpostofisso nella amminstrazione pubblica gia’ occupa tutto , e quelli se lo fanno mettere al culo, ma il posto fisso non lo mollano manco ad un negro

  3. Non dimenticare Lorenzo che anche i posti fissi vanno in pensione! Dopo ci possono mettere chi vogliono e chiediamoci, già che ci siamo, se la legge emanata la salvini che prevedeva che si levassero di torno prima del tempo, non fosse un modo per sveltire il processo.
    In uno dei miei primi post vi feci partecipi di una notizia che mi colpì molto, l’avevo letto in rete, si trattava di una domanda di un giornalista ad un gruppo di antropologi, chiese se potevano descrivere l’aspetto dell’uomo del futuro e loro dissero, senza indugio, che aveva un colore piuttosto scuro di carnagione e gli occhi molto, molto grandi. Quindi il meticciato subirà l’urto di un meteorite di grandi dimensioni. Il che a mio modesto parere si tinge ulteriormente di fosco…non avranno l’intelligenza da contrastare la collisione con macigno, evidentemente il declino del q.i. è in atto da un bel pezzo. È vero che le prime sono supposizioni di scenziati alla Zapotech di Topolinia… ma nemmeno poi tanto strampalate visto come siamo messi.

Lascia un commento