Crisi governo, numero senatori fermo 153: poltrone non bastano

Condividi!

Si raffreddano gli entusiasmi, dopo che la ‘conta’ del Senato sul voto di fiducia al premier Giuseppe Conte aveva segnato, subito dopo ora di pranzo, quota 157-160. Le trattative si sono arenate, il voto di alcuni senatori dato per certo alla fine è tornato sul no, e così ora il pallottoliere – raccontano i pontieri che lavorano freneticamente alle trattative – è fermo a 153 sì. Intanto continuano i ‘negoziati’, anche sul gruppo che dovrebbe nascere nei prossimi giorni a Palazzo Madama, con 10 senatori provenienti dalle file di Fi, Udc e Iv. “Il dialogo è aperto – dice uno dei pontieri all’Adnkronos – ma per molti è presto per votare già oggi la fiducia a Conte”. Intanto le trattative vanno avanti.




Lascia un commento