Stuprata due volte dall’immigrato di cui si fidava: nessuno l’aiuta

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ulteriori particolari su questa violenza:

Spacciatore africano stupra ragazza italiana: è una mattanza

Stuprata per ben due volte di seguito da un immigrato. La notte da incubo si è consumata a Catanzaro sul lungomare del quartiere Lido.

Vittima dell’abuso reiterato è stata una ragazza di 22 anni, riuscita a sfuggire alle grinfie del suo aguzzino soltanto a tarda notte, quando portava già addosso i segni della violenza. Per fortuna, l’intervento propriziatorio dei carabinieri ha evitato il peggio: lo straniero, un 26enne, è stato identificato e sottoposto a custodia cautelare in carcere.

Una violenza choc, l’ennesima in questi lunghi mesi di pandemia. La ragazza, della quale non sono state fornite generalità per ragioni di privacy, è stata stuprata dapprima sugli scogli del lungomare Lido di Catanzaro poi, a bordo dell’auto. L’aguzzino, un immigrato di 26 anni, dopo averne abusato una prima volta si sarebbe offerto di accompagnarla a casa ma, invece, l’ha aggredita nuovamente. Disperata e senza alcun appiglio, la vittima ha percorso in affanno le vie deserte della città nel tentativo di sottrarsi alle grinfie del molestatore. Dopo aver suonato invano ai campanelli di alcune abitazioni, degli sconosciuti le hanno aperto la porta di casa assicurandole così la salvezza. A quel punto, la 22enne ha allertato i carabinieri della Compagnia di Sellia Marina che si sono recati tempestivamente sul luogo della segnalazione.




9 pensieri su “Stuprata due volte dall’immigrato di cui si fidava: nessuno l’aiuta”

  1. La cosa allucinante è che poi, rincoglionite dalla propaganda, magari si convincono del fatto che il problema sono gli uomini – come categoria maschilista e violenta – e non i ne(G) ri.

Lascia un commento