Conte chiede a che punto è la campagna acquisti in Senato, ‘a quanti siamo?’: “155”

Condividi!

A quanto apprende l’Adnkronos, appena uscito dall’aula di Montecitorio, e prima di entrare nella sala del governo alla Camera, il premier Giuseppe Conte si informa sulla ‘conta’ che va avanti in queste ore al Senato, in vista del voto di domani. Avvicinandosi al suo segretario particolare, Andrea Benvenuti, domanda “a quanto siamo?”, il suo collaboratore risponde: “155-156”.

Senza vergogna.

Occhi puntati, a palazzo Madama, sui senatori a vita: nelle frenetiche ore che precedono il decisivo passaggio del governo in Senato, c’è grande attesa sulla presenza e, ovviamente, sul voto che esprimeranno domani. Di certo, l”en plein’ dei senatori a vita in aula non ci sarà visto che il presidente emerito Giorgio Napolitano sarà assente.

Fonti di maggioranza danno tra gli scranni Liliana Segre (che ha anticipato la presenza e il suo sì alla fiducia), Mario Monti, Elena Cattaneo e anche Carlo Rubbia, sebbene sulla presenza del fisico premio Nobel non tutti sono pronti a giurare. Molti dubbi, invece, sulla presenza di Renzo Piano.




Un pensiero su “Conte chiede a che punto è la campagna acquisti in Senato, ‘a quanti siamo?’: “155””

Lascia un commento