Bassetti: “Variante brasiliana sfugge a difese immunitarie”

Condividi!

“La variante brasiliana ‘E484K’ sembra essere una mutazione abbastanza significativa. Arrivano notizie di persone, come il caso di un’infermiera, che si sono reinfettate in un tempo anche breve perché il virus ha circolato in maniera indisturbata. E’ molto simile alla variante Sudafricana, evidentemente riesce a sfuggire al nostro sistema immunitario. E’ chiaro che queste mutazioni vanno adeguatamente e meticolosamente studiate anche in Italia perché il virus sta circolando”. Così all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova e componente dell’Unità di crisi Covid-19 della Liguria.

“Per studiare queste mutazioni – precisa l’esperto – Occorrono però laboratori molto attrezzati e investimenti nella ricerca. Da qui ai prossimi mesi vedremo altre varianti del coronavirus. Sappiamo che il vaccino può essere modificato, come già avviene per quelli antinfluenzali, per contrastarle”.




12 pensieri su “Bassetti: “Variante brasiliana sfugge a difese immunitarie””

  1. La variante di San Marino non é ancora spuntata?
    Quindi avremmo un virus che muta al solo scopo di uccidere gli ospiti e non durare il più allungo possibile permettendone la sopravvivenza.
    Se così parliamo di arma biologica che però non funziona a dovere altrimenti i morti sarebbero decine di milioni e non tutti in ospedale ma fulminati x le strade…
    Cazzo ma un fumettista scriverebbe testi più credibili!

    1. Mi par di capire che sia la tua forma di sarcasmo, se non ricordo male l’avevi anche confermato tu stesso l’anno scorso, promettendo di piantarla… si vede che poi ha messo radici. Però, senza offesa, hai un pochino rotto i coglioni con questo disco rotto. Sempre meglio di altri due o tre che per scaramanzia non voglio nominare, ma… mi verrà un’orchite a forza di toccarmi i suddetti cosiddetti.

      1. Marco, secondo me, sta dicendo una cosa ben precisa:
        “cosa aspettate prima di muovere le chiappe e andare in piazza coi forconi? Che muioano anche i bambini?”
        Ha perfettamente ragione, sapete che l’anno scorso lo interrogavo sul perché provasse piacere per le morti dei suoi connazionali, già numericamente al lumicino, ma poi ho compreso che era un modo come un’altro per spronare alla lotta!
        Ed ha perfettamente ragione, anch’io sto alla finestra per vedere sino a che punto sti vigliacchi saranno disposti ad ingoiare!
        Mentre attendo arroto.

  2. purtroppo abbiamo fatto nel mondo due categorie di mentecatti
    i covididioti
    ed i negazionisti

    quando la vera questione e’ che il virus esiste ed e’ mortale,
    ma sin da aprile ci sono le terapie efficaci (facili economiche e senza effetti collaterali).
    quindi il problema e’ finito da aprile

    Ma e’ piu facile che questo lo capisca una scimmia, che non un leghista.

      1. se in Italia non avessimo nientemeno che il 40% di leghisti
        si saprebbe che nel momento in cui vengono adottate le terapie efficaci
        non c’e bisogno di nessun distanziamento sociale, mascherine, vaccini, ecc
        perche chi si ammala, viene curato e dopo 6 giorni sta di nuovo a lavoro.

        Ma se si coglioni deficenti urlano al virus che non esiste, anzicche urlare le vere questioni e’ ovvio che nessun problema sara mai risolto !!!!

Lascia un commento