Ammazzato da due afroamericani mentre porta a spasso il cane nell’America di Biden

Condividi!

La videosorveglianza dell’omicidio mostra i sospetti che camminano sul marciapiede, quindi si avvicinano alla loro vittima, Milan Locar, e la ammazzano.

Uno dei sospettati può essere visto tirare fuori quella che sembra essere una pistola e tenerla all’altezza del petto per minacciare il ragazzo per poi frugargli nelle tasche.

La polizia ha detto che è stato poi sparato un colpo di pistola e che i sospetti sono fuggiti dalla scena.

Milan usato il suo cellulare per chiamare aiuto ed è stato trovato per strada con una ferita da arma da fuoco, mentre aveva ancora al guinzaglio il suo cane che lo stava vegliando, ha riferito la CBS Philadelphia. Milan è stato dichiarato morto in ospedale intorno alle 19:30. La polizia ritiene che sia stato ucciso durante un tentativo di rapina.

Sua sorella, Jelena Loncar, 27 anni, non capisce. “Portava a spasso il suo cane, perché lo hanno ammazzato? Non capisco.”

Due persone – bestie afroamericane – sono state arrestate.




6 pensieri su “Ammazzato da due afroamericani mentre porta a spasso il cane nell’America di Biden”

  1. E le troie e i rottinculo di sinistra che stanno sempre su Twitter a urlare “Black Lives Matter” a squarciagola perché non commentano mai questi fatti? Perché si girano sempre dall’altra parte quando le vittime sono bianche e gli assassini neri? Che Dio vi fulmini maledetti figli di grandissime scrofe inculate da 70 maiali!!!

    1. Sono anti-italiani e anti-umani: siccome sono degli spostati, in automatico odiano il prossimo che è normale, e quindi, per spacciarsi per “superiori”, prendono le parti di presunti “perseguitati storici”, primi tra i quali i negri: senza dire che a vendere questi ultimi agli schiavisti che poi li spargevano per il mondo erano altri negri, come quelli de regni schiavistici nigeriani…

Lascia un commento