Strage in case di riposo dopo vaccino Pfizer: muoiono 23 anziani

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

L’agenzia del farmaco della Norvegia ha registrato 23 morti, tra persone anziane e fragili, «associate alla vaccinazione anti-Covid» di Pfizer-BioNtech. Lo comunica con una nota l’Agenzia norvegese per i medicinali (NOMA) secondo cui «reazioni comuni ai vaccini con mRNA, come febbre e nausea, potrebbero aver contribuito a un esito fatale in alcuni pazienti fragili e anziani».

‘Potrebbero’. Il fatto è che hanno testato questi vaccini su persone giovani e sane quando invece servono solo a persone anziane e malate. L’esito, purtroppo, era prevedibile.

Problemi anche in Germania:

https://it.sputniknews.com/mondo/2021011410005644-in-germania-esami-per-capire-la-causa-di-morte-di-10-persone-dopo-vaccinazione-anti-covid/
https://www.aninews.in/news/world/europe/german-specialists-probing-10-deaths-of-people-vaccinated-against-covid-1920210115045615/

Si tratta comunque di effetti collaterali – su milioni di vaccinati è purtroppo inevitabile registrare morti -che ci sono anche per i normali vaccini a breve termine. La nostra preoccupazione è, semmai, per gli effetti non testati a lungo termine.




19 pensieri su “Strage in case di riposo dopo vaccino Pfizer: muoiono 23 anziani”

  1. “Potrebbero’. Il fatto è che hanno testato questi vaccini su persone giovani e sane quando invece servono solo a persone anziane e malate. L’esito, purtroppo, era prevedibile.”

    Dicono che chi dice molte bugie almeno dovrebbe avere una memoria di ferro.
    Avete già dimenticato tutte le news vomitate su morti da vaccino che hanno fulminato dei giovani? Allora qua bisogna decidersi: sotto i 45 è innocuo o letale vox?
    Noi abbiamo una memoria degna di Pico e se pensate di rifilarci fregnacce altalenanti avete capito male.
    I nostri interventi sono preziosi, senza utenti le vostre notizuole second-hand non sarebbero lette da nessuno, ma non dovete credere di poterci usare come fazzolettini usa e getta, se gradite gli interventi dovete far buon viso a cattivo gioco quando un pensiero diventa scomodo per le vostre politiche, ai margini del buon gusto o irriverente. Vogliamo link liberi. Troppo comodo suggere il nettare di perle di saggezza e cestinare senza riserve e senza una motivazione concreta i nostri post. Fb, per carogne che siano, quando censurano ti avvisano. Voi avete una tale spocchia! Siete una nullità nel firmamento della notizia in rete.

    1. “Allora qua bisogna decidersi: sotto i 45 è innocuo o letale vox?” assolutamente innocuo anche per gli over 45 ma per una serie di persone estremamente fragili devono essere attentamente valutate anche le lievi complicazioni tipiche di un vaccino. Non mi sembra troppo complicato da capire.

  2. Per quanto riguarda la pertinenza territoriale, la fonte senza dubbio più qualificata è il Norwegian Institute of Public Health. Interpellato dall’agenzia di stampa Bloomberg, a proposito dei 23 decessi, l’istituto ha dato questa spiegazione:
    «Per pazienti con più grave fragilità, anche gli effetti collaterali relativamente lievi dei vaccini possono avere gravi conseguenze. Per coloro che hanno comunque una vita residua molto breve, il beneficio del vaccino può essere marginale o irrilevante».
    Inoltre, va specificato che – su 23 decessi – 13 sono stati sottoposti ad autopsia. È emerso che lievi effetti collaterali (piuttosto comuni nei vaccini) hanno avuto incidenza determinante in pazienti di età molto avanzata e con molte fragilità connesse all’età. Questo – specifica l’istituto – non significa che soltanto i pazienti giovani debbano essere sottoposti alla vaccinazione, ma rappresenta un dato che va studiato e valutato per quanto riguarda la risposta al siero Pfizer. Nulla di particolarmente allarmistico, soprattutto in considerazione della bassissima percentuale di effetti collaterali (ripetiamo: lievi, anche se incidenti su pazienti molto anziani) rispetto alle somministrazioni effettuate in Norvegia.
    In ogni caso, nulla ha a che fare con i 23 morti la riduzione delle dosi di vaccino Pfizer prevista per i prossimi giorni in Norvegia. Sempre secondo il Norwegian Institute of Public Health, si tratta di un effetto della grande richiesta di dosi nei vari Paesi europei: la Norvegia riuscirà a supplire – attraverso le dosi di emergenza – al lieve calo di somministrazioni che sarà previsto nella prossima settimana. Pfizer, contemporaneamente, ha assicurato che nei giorni successivi la sua produzione dovrebbe tornare ai livelli attesi, anche per il Paese scandinavo.

    1. “Questo – specifica l’istituto – non significa che soltanto i pazienti giovani debbano essere sottoposti alla vaccinazione, ma rappresenta un dato che va studiato e valutato per quanto riguarda la risposta al siero Pfizer.” va valutato se i benefici sono superiori agli effetti collaterali. Evidentemente esiste una serie di persone estremamente fragili in cui si deve valutare attentamente le condizioni mediche

    2. e’ cosi difficile da immaginare che se un vaccino crea paralisi facciali alle persone giovani
      sicuramente ha dei gravi effetti collaterali,
      ed i quali inevitabilmente possono significare la morte di una persona anziana?

        1. secondo la FDA non c’e una relazione causale tra vaccino e paralisi di bell.
          essa ritiene che il tasso di casi di paralisi coincida con l’incidenza di questa sindrome in questo specifico periodo e prescinde dal vaccino.

          Ora la domanda lecita da porsi e’:
          ma questi ci prendono per leghisti?

          chi potrebbe credere a queste verita?

        2. Cris allora secondo te dovremmo farcelo fare perché è un problema temporaneo? Causa ANCHE problemi neurologici. Non è detto che non possano ricomparire o che ne compaiano altri diversi.
          Comunque accomodati… poi ci racconti.

        1. Mi riferisco, tanto per fare un esempio pratico, a quel tipo che gli sono venute subito dopo il vaccino delle macchioline rosse che si sono estese e poi è diventato un cliente delle Generali pompe.
          Ti basta come ANCHE?
          Se non ti basta vai nel web e cercateli.

          1. “Causa ANCHE problemi neurologici” a cosa ti riferisci nello specifico? Vs “macchioline rosse”. A occhio e croce non vedo cosa possano c’entrare delle macchioline con dei problemi neurologici. “Se non ti basta vai nel web e cercateli.” solita risposta del cazzo di chi non ha nulla per le mani.

Lascia un commento